Seleziona una pagina

Escursioni 2019

Proposta da: GAM.

In un contesto unico sarà l’occasione per ripercorre in notturna itinerari e rivivere luoghi che solitamente abbiamo visto alla luce del giorno. Esperienza sicuramente tanto affascinante quanto unica.

Proposta da: Presa, Damasconi.

Escursione ad anello tra boschi, prati ed antiche contrade, nei territori compresi tra Badia Calavena e Vestenanuova, passando dall’antica chiesa di San Pietro che domina la vallata sottostante.

Proposta da: GAM – CAI SAN BONIFACIO.

Suggestivo percorso naturalistico che si snoda tra i vigneti della Valpolicella e i boschi della Lessinia, attraverso contrade, vaii e cave della famosa pietra locale, unica per il suo genere nel mondo.

Proposta da: Scaravelli, Brunello, Turrini.

Suggestiva passeggiata, attraverso contrade e boschi. Dal paese di Bolca, raggiungeremo Durlo, accompagnati da un nostro  amico esperto della zona che ci racconterà la storia dei due paesi.

Proposta da: Lanza, Sandrini, Di Pietro, De Togni.

Partenza dal rifugio Novezza per un panoramico giro delle malghe del monte Baldo. Contesto e paesaggio ricchi di natura come solo il giardino botanico del Monte Baldo sa regalare.

Proposta da: Palmese, Benini, Righetti, Tabarini.

Percorso ad anello, di fronte al gruppo delle Pale e alle vette feltrine, che inizia dal lago di Calaita, attraverso la Val Grugola fino alla forcella Folga, cima Folga e cima Grugola. Una breve deviazione ci consentirà di visitare il solitario lago di Pisorno.

Proposta da: Quaglia, Damasconi, Zanoni, Bellomi.

Partenza dal castello estense di Mesola, attraverso l’omonimo bosco, unico resto della foresta padana, raggiungeremo dapprima i lidi ferraresi per poi procedere verso le saline e raggiungere il paese di Comacchio.

Proposta da: Lumini, Ferrarini, Peroli.

Situata tra il passo Gavia e il passo di Pietra Rossa la valle delle Messi è ritenuta da molti, una tra le più belle valli camune, popolata da una numerosa fauna costituita da stambecchi, cervi, camosci, volpi e marmotte oltre all’aquila che nidifica sulle circostanti montagne.

Proposta da: Zanella, Pasini, Damasconi, Righetti.

Affascinante giro delle malghe che si trovano ai piedi del gruppo del Catinaccio. Tra storia e leggenda, per strade forestali e sentieri, ripercorreremo gli itinerari dei pastori che trasferiscono il bestiame verso i pascoli alti, e chissà, magari strada facendo, incontriamo il “Gepleng Mandl”.

Proposta da: Cecchini, Benvenuti, Zarattini, Turri.

Ci troviamo ai piedi della Presanella, del monte Nero e di cima Cornisello. L’intero percorso regala panorami mozzafiato: i laghi di Cornisello, monte Giner, il massiccio della Presanella, il lago Nero, i laghetti del Segantini, la Vedretta D’Amola e il gruppo del Brenta che si mostra in tutto il suo lato occidentale.

Proposta da: Fino, Canteri.

Questa due giorni diventa una occasione per ricordare un nostro grande amico. Ripercorreremo i luoghi in cui Lui ci avrebbe voluto accompagnare se il destino non ce lo avesse portato via. La sua era un’idea pazza: il giro del Bolzano in un giorno…..troppo duro per i più…e allora ecco la soluzione.

Proposta da: Bonazzi, Turri, Benini, Sandrini.

Piacevole sentiero che dal rifugio Dolomiti ci porta al rifugio Agostini da dove potremo ammirare il meraviglioso scenario delle Dolomiti di Brenta.

Proposta da: Annichini, Turrini, Zanoni.

Escursione che sostituisce quella al Monte Cauriol, causa l’impraticabilità dei sentieri.

 

Proposta da: Cuccarolo, Ricci, Bottura.

Dopo una breve e facile escursione in Val dei Mocheni andremo alla scoperta dell’affascinante mondo dei “Knoppn”, gli antichi minatori dell’anno 1500. Entreremo all’interno delle miniere dell’Erdemolo per scoprire il mondo e il lavoro dei minatori.

 

Proposta da: De Togni, Peroli, D’Andreti, Zanoni.

Siamo in una delle zone più suggestive e tipiche del Monte Baldo. Partenza da Brentino Belluno per il sentiero che porta al santuario della Madonna della Corona, quindi si prosegue per la val della Pissotta per arrivare a malga Orsa.

Proposta da: Berti.

Escursione nelle terre del barolo, del barbaresco e dei tartufi. Colline ammantate di vigneti, boschi che in autunno si infiammano, castelli, cantine e un’ impareggiabile cultura del bere e del mangiar bene.

Proposta da: Biondaro, De Togni, Sandrini, Benini.

Siamo nella zona centrale del Parco naturale regionale della Lessinia, la montagna dei Veronesi. Escursione ad anello, facile ed adatta a tutti, che partendo da Velo V.se ci conduce al rifugio Lausen.

Proposta da: GAM.

Appuntamento di fine stagione con le immancabili castagne. Anche quest’anno a conclusione della stagione il GAM propone una giornata all’insegna della buona compagnia tra soci, amici e simpatizzanti.

 

 

 

 

 

 

error: Content is protected !!
Share This