Seleziona una pagina

Le Nostre  Serate

Giovedì 24 Gennaio                       GAM

SERATA DI PRESENTAZIONE

Consueta serata di presentazione delle attività che il Gruppo

Amici della Montagna propone per l’anno 2019.

(Per l’occasione ci troviamo presso l’aula magna della scuola

media G. Marconi di San Giovanni Lupatoto).

 

Giovedì 7 Febbraio                 GUIDO GONZATO

IL PAESAGGIO RACCONTA

Una lunga ed affascinante storia lunga quasi 200 milioni di anni accompagna la formazione del paesaggio che ci circonda. Scopriremo come il fondo del mare si sia sollevato fino a diventare le montagne che conosciamo ma anche come antichi vulcani e antiche spiagge ci diano oggi vini diversi.

Un breve viaggio in una provincia che rappresenta un vero e proprio museo geologico a cielo aperto.

 

Giovedì 14 Marzo                           SOCI GAM

CAMMINO DI SANTIAGO

Video, testimonianze, informazioni sul cammino più famoso e frequentato del mondo occidentale: 900 Km. di pure emozioni,  a cura di alcuni pellegrini del nostro gruppo.

(Per l’occasione ci troviamo presso l’aula magna della scuola media G. Marconi di San Giovanni Lupatoto).

 

Giovedì 11 Aprile                              CNSAS

SICUREZZA IN MONTAGNA

Serata dedicata ad alcuni aspetti che riguardano la sicurezza di chi, come noi, ha scelto la montagna come passione. Preparazione e conoscenza sono la base per affrontare preparati questo ambiente.

 

Giovedì 16 Maggio                           EZIO BERTI

ISOLE EGADI – LE ISOLE DI ULISSE

Tre isole dell’estremo sud dell’Italia. Come Gruppo Amici della Montagna, da qualche anno andiamo alla ricerca delle isole che ci permettono di scoprire antiche culture e valori territoriali di altri tempi. Camminare nella natura tra cielo, terra e mare, a passo lento, immersi nella natura senza pari.

 

Giovedì 12 Settembre       NICOLA BORTOLETTO

METEREOLOGIA ALPINA

Fondatore del famoso sito di previsioni “Meteo Caprino Veronese”, Nicola Bortoletto ci racconterà come e cosa succede al livello metereologico in maniera semplice e comprensibile a tutti, rigorosamente in dialetto veronese.

 

Giovedì 10 Ottobre               BORTOLINO GEMA

IMPREVISTI IN MONTAGNA

Siamo consapevoli, ogni qual volta mettiamo gli scarponi ai piedi di avere le conoscenze e la capacità di risolvere anche il più banale degli imprevisti che può condizionare la nostra escursione…Una soluzione potrebbe essere assistere alla serata che un maestro del tutto particolare ci propone.

 

FRANCO BOTTAZZI
presenta:  IL RESPIRO DELLE DOLOMITI
Storie e racconti di uomini fra le rocce e le stelle
Con i racconti di Franz Pozzi Brunner

Quarto incontro per ricordare il Centenario della Grande Guerra, questa volta con le storie e i racconti di uomini fra le rocce e le stelle.
In questa serata racconteremo “La Montagna Di Fronte”, la montagna e la guerra viste dalla parte dei nostri avversari, raccontata da un austriaco tirolese: Franz Pozzi Brunner.
Oltre ad essere un montanaro, Franz è un personaggio non sintetizzabile in poche righe.
Nasce a Solda, ai piedi dello Stelvio, già Guida Alpina e operaio specializzato; raggiunta la pensione ha dato finalmente spazio alla sua passione per la storia e per le storie di guerra in alta quota.
Ora fa la “guida storica” immedesimandosi e immedesimando le persone nelle storie di guerra che spiega e racconta.
Per lui l’immedesimazione arriva al punto di trasferirsi in una baracca austriaca risistemata, a pochi passi dal Forte Tre Sassi, al passo Valparola.
Per noi, l’immedesimazione consiste in una giornata assieme con lui, in cui prati e forcelle, ghiaioni e pareti diventano un libro aperto e si ripopolano di uomini e vicende di cento anni fa.
La serata verrà introdotta da Franco Bottazzi che poi lascerà a Franz la conduzione.
Ci parlerà del suo fiero popolo tirolese e delle sue montagne e poi la guerra che tutto cambiò e che nulla fu come prima.
Oggi cosa è veramente rimasto dopo un secolo dalla fine della guerra, cosa dovremo portare nei nostri ricordi, perché dovremo ricordare e tramandare quello che siamo stati?
Franz proverà a darci delle risposte a questa domanda.
Abbinata alla serata ci sarà una escursione di due giorni sulle tormentate cime del Lagazuoi il 6 e 7 ottobre.
Con la nostra guida Kaisersch�tzen Franz entreremo anche nelle baracche che lui ha restaurato ed al lume della candela ascolteremo ancora racconti avvolti da atmosfere lontane.

Giovedì 20 Settembre 2018 alle ore 20,45
Scuola media Marconi
Via Ugo Foscolo 13 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

MARCO PALMESE
presenta:  VAL VANOI

Il Vanoi è in parte compreso nel parco naturale di Paneveggio – Pale di San Martino. Questa valle è una zona che si estende per un territorio di circa 125 Kmq, coperti in gran parte da stupende selve di conifere tanto che è stata denominata “CUORE VERDE DEL TRENTINO”.
Comprende inoltre più di cento vette che superano i 2.000 metri alle cui pendici si trovano verdi valli cosparse di villaggi, vasti pascoli, boschi, laghi, torrenti, malghe e numerosi masi.
E’ un luogo fuori dai normali itinerari turistici ed è tuttora una zona integra, incontaminata dalla mano dell’uomo e mantiene ancora la sua primordiale verginità.
Per far conoscere meglio questa valle, con le caratteristiche che ne fanno un luogo unico e particolare da scoprire, è stato prodotto un DVD.
Il filmato che verrà proposto, vuole documentare le bellezze naturali, la vita degli abitanti e la storia di questo territorio.
Si compone di una raccolta di fotografie con le didascalie e di riprese aeree realizzate con un drone; ha lo scopo di far fare un viaggio fra vette, luoghi naturali e storia dove la natura e la montagna si uniscono per essere uniche protagoniste, con la speranza di suscitare un desiderio di scoperta e avventura in chi lo vedrà.
La prima proiezione è stata eseguita all’ Ecomuseo del Vanoi a Canal San Bovo nell’estate 2016.
Il video è accompagnato dalle canzoni del Coro Vanoi e da brani eseguiti dalla scuola musicale dei ragazzi di Primiero e dalle poesie dialettali scritte e recitate da Claudio Corona. Per vedere il trailer di 1,30 minuti entrare in YOUTUBE e digitare “Trailer VANOI – Ambiente Storia Vita” oppure al link: https://youtu.be/6n62_AyGCtE Per contattare Marco: 3394314979 oppure con email: marco.palmese@gmail.com

Giovedì 24 Maggio 2018 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

ROBERTO CIRI
presenta:  VIE NORMALI.. …O FORSE SOLO NORMALI VIE
Serata dedicata al senso dell’andare per vette, del salire, del seguire una via normale che forse è solo una normale via di vita…

Una presentazione introspettiva in cui immagini e filmati, accompagnati da musiche, cercano di toccare l’animo degli amanti della Montagna per trovare desideri e stimoli comuni in cui riconoscersi.
Un viaggio fra vette, pareti, deserti e luoghi naturali in cui la Natura e la Montagna sono protagoniste,accompagnati dal desiderio di scoperta e avventura di chi ne percorre le vie, verticali o orizzontali che siano.
La ricerca di un terreno comune in cui le strade di escursionisti, alpinisti, esploratori e avventurieri delle montagne si incrociano, trovando nel salire in alto (o nell’allontanarsi dal basso…) una motivazione comune, un senso di completezza della propria esistenza, quasi una meditazione volta a salire per scendere dentro se stessi alla ricerca del proprio Sé.
Ricordi di scalate, di viaggi in mondi lontani, di modi di vivere diversi, di ambienti naturali incontaminati, di volti e culture ricche di fascino e mistero, di esperienze che fanno parte delle “normali vie” di vita di chi sceglie la Natura e il pianeta come fonte di libertà…

Giovedì 12 Aprile 2018 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

MARCO BANTERLA
presenta:  CREATURE ALATE

Un documentario sugli uccelli ripresi in provincia di Verona.
Tantissime sono le specie e diversi i colori di questi pennuti, le riprese in alta definizione sono rivolte a tutti gli amanti della natura, agli appassionati di camminate che durante la gita, vedendo un uccello, vorrebbero conoscere il nome della specie, se è stanziale o si trova qui solo per qualche mese e poi se ne torna in Africa, se è passeriforme o rapace, se notturno o diurno, come si procura il cibo e dove nidifica, capire la strategia usata per corteggiare la compagna.
Un lavoro interamente realizzato da Marco Banterla curato nei minimi particolari investendo giorni in appostamenti mimetizzato nei boschi per riuscire a catturare l’attimo più bello e significativo, ingegnandosi a costruire case ospitali per gli uccelli, utilizzando sofisticata attrezzatura modificata per riprese video a distanza.
Le registrazioni dei rumori della natura e del canto degli uccelli sono in alta fedeltà con l’utilizzo di microfoni direzionali; il montaggio delle scene in studio è fluido e studiato in modo da rendere la visione gradevole a tutti e la musica originale è diretta del fratello Flavio Banterla compositore e musicista.
Questo film è stato realizzato con una rigorosa cura etica nel confronto del mondo animale.
La prima è stata proiettata al MUSEO DI STORIA NATURALE a Verona il 6 febbraio 2016.
In seguito ha vinto il primo premio al concorso “Baldofilm” del 2016 proiettato nel 2017 all’orto botanico di Novezzina all’inaugurazione dell’estate naturalistica, alla funivia di Malcesine ed altre locations.
A seguire una chiacchierata sull’ambiente e le tecniche usate da Marco per le riprese e la realizzazione di un documentario.

Giovedì 15 Marzo 2018 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

CORPO NAZIONALE DEL SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO DI VERONA
presenta:  PRIMO SOCCORSO IN MONTAGNA

Durante la serata alcuni tecnici della Stazione di Verona, illustreranno i comportamenti da tenere in caso di incidente in montagna: cosa fare e cosa non fare quando ci si trova coinvolti o testimoni di un incidente in terreno ostile.
Spiegheranno come allertare i soccorsi, cosa comunicare alle centrali del 112 o 118 e come comportarsi al sopraggiungere dell’elicottero.
Forniranno notizie utili per poter gestire al meglio situazioni che potrebbero risultare estremamente critiche.
La stazione alpina opera, con i suoi 26 volontari, su tutto il territorio della provincia di Verona garantendo un servizio attivo 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.
Il Soccorso Alpino e Speleologico, struttura operativa del CAI, è Sezione Nazionale del CAI ed opera sul territorio nazionale dal lontano 1954.
Le finalità del C.N.S.A.S. sono: Contribuire alla vigilanza e alla prevenzione degli infortuni nell’esercizio delle attività connesse all’ambiente montano e alle attività speleologiche;
Soccorrere in tale ambito gli infortunati, i pericolanti e i dispersi e recuperare i caduti, anche in collaborazione con organizzazioni esterne;
Concorrere al soccorso in caso di calamità, anche in cooperazione con le strutture della protezione civile, nell’ambito delle proprie competenze istituzionali.

Giovedì 15 Febbraio 2018 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

IL GAM
presenta:  IL PROGRAMMA DELLA STAGIONE 2018

Ci siamo, si torna a parlare di montagna, di rivedere alcuni momenti della passata stagione e di prepararci ad affrontare le proposte della nuova stagione che con questa sera prende ufficialmente il via.

Giovedì 25 Gennaio 2018 alle ore 20,15
Presso: Auditorium Scuola Media G. Marconi
Via Ugo Foscolo, nr. 13 – San Giovanni Lupatoto – VR
(di fronte alle poste, e al parcheggio della Lidl)

ingresso libero

FRANCO BOTTAZZI
presenta:  QUANDO TUONARONO I CANNONI IN LESSINIA

Sono passati più di cento anni da quando la Lessinia era la terra di confine con l’Impero austro-ungarico.
Oggi quando si arriva a Podesteria (Osteria Podesteria a quel tempo), l’escursionista, attento a tutto quello che lo circonda, si chiede che cosa siano tutti quei “fossatelli” che ricamano i verdi pascoli tutt’intorno, non sapendo che quelle sono le trincee della Grande Guerra.
Da placidi pascoli erbosi e isolate malghe alpine improvvisamente la Lessinia, nel 1915, diventa la linea di difesa qualora l’esercito austro-ungarico avesse trovato un passaggio per entrare oltre i nostri confini.
Ignari di cosa stava accadendo nel mondo gli abitanti di Erbezzo e Bosco Chiesanuova, fra il 1914 e la primavera del 1915, assistettero a grandi operazioni militari mai viste prima.
Occorreva attrezzare tutti i monti sopra Bosco Chiesanuova di trincee e postazioni per i cannoni.
Per fare tutto questo, per sostenere i lavori dei militari, arrivati a migliaia, servivano panifici, lavanderie, fabbri e maniscalchi, carpentieri e muratori.
Tra il 1915 e il 1918, la Lessinia fu “invasa” da circa ventimila soldati e cinquemila operai arrivati da ogni dove.
Le malghe divennero comandi e dormitori per gli ufficiali e tutt’attorno accampamenti.
Per arrivare a questi monti occorrevano grandi strade per trasportare i cannoni e tutto fu costruito per la difesa di circa 15 chilometri di confine.
Attraverso la ricerca effettuata presso l’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio (ISAG) e l’Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’esercito (AUSSME) di Roma vedremo nei particolari cosa avvenne in quegli anni così terribili.
La serata sarà inoltre la preparazione introduttiva all’escursione di domenica 22 ottobre dove andremo a vedere dei posti descritti cosa è rimasto oggi.

Giovedì 19 Ottobre 2017 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il SOCCORSO ALPINO DI VERONA
presentano :  SENTIERO SICURO

Quest’anno il GAM partecipa, come gruppo, alla giornata nazionale di prevenzione degli incidenti montani, tipici della stagione estiva, denominata: “Sicuri sul Sentiero”, che si terrà domenica 18 giugno presso la stazione a monte della Funivia di Malcesine.
Si è pensato quindi, in collaborazione con la Stazione Alpina del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, di proporre questa serata dedicata all’informazione ed aggiornamento sulla sicurezza in montagna rivolto a tutti gli appassionati.
Durante la serata verrà presentato anche GeoResQ, la nuova applicazione sviluppata per essere un valido aiuto incrementando la sicurezza degli escursionisti e per il rapido inoltro delle richieste di aiuto.
Nella stagione estiva si concentra la maggioranza degli interventi di soccorso molti dei quali mettono in evidenza la difficile percezione dei rischi soprattutto da parte di chi ha poca esperienza.
Considerato che la nostra attività principale è appunto l’escursionismo ci sembra giusto proporre serate e partecipare ad uscite nel corso delle quali il CNSAS può aiutarci a praticare questa nostra passione nel modo più sicuro possibile, senza sottovalutare un ambiente, come quello montano, che ci può regalare emozioni fantastiche ma che se non affrontato nel modo giusto può nascondere insidie molto pericolose.

Giovedì 15 Giugno 2017 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

DOMENICA 18 Giugno 2017
SICURI SUL SENTIERO Giornata di sensibilizzazione sulla sicurezza in montagna in collaborazione con il Soccorso Alpino di Verona.
Per dare seguito alla serata informativa di giovedì 15 Giugno trascorreremo una giornata nella splendida cornice del Monte Baldo dove, insieme ai volontari della Stazione di Verona del CNSAS, percorreremo un percorso ad anello lungo il sentiero del Ventrar dove sono dislocate una serie di piazzole informative.
Ritrovo presso il parcheggio della rotonda del lupo di San Giovanni Lupatoto alle ore 7,00 per la registrazione e successiva partenza per le ore 7,15 precise, destinazione Bocca di Navene dove parcheggeremo in prossimità del sentiero del Ventrar.
Da qui una mezzora di cammino su comoda strada bianca ci porta alla stazione a monte della Funivia di Malcesine (1752m) dove, dopo una veloce pausa per la colazione, inizia la nostra escursione.
Imboccato il sentiero n°11 scendiamo velocemente e ripidamente al Rif. Ai Prai (1300m) dove ci immettiamo sulla mulattiera che ci porta all’inizio del sentiero del Ventrar che percorreremo tutto fino alla Colma di Malcesine.
Giunti ormai sulle creste le percorriamo verso sud fino a tornare alla funivia.
Durante l’escursione, affrontata con la massima tranquillità, faremo delle pause in alcune zone strategiche dove i volontari del Soccorso Alpino ci spiegheranno e dimostreranno i seguenti argomenti relativi alla sicurezza in montagna:
Pianificazione del percorso, studio della cartografia e valutazione del bollettino meteo(presso: Auditorium della Funivia alle ore 9.30).
Lettura del territorio e della cartografia lungo il percorso(presso: Rif. Ai Prai).
Precauzioni per affrontare in sicurezza un sentiero esposto(presso: Sentiero Ventrar).
Cosa fare in caso di incidente, come chiedere aiuto e primo soccorso sanitario in attesa del soccorso organizzato(presso: Colma di Malcesine).
Analisi del lavoro svolto durante la giornata, domande, dubbi e curiosità. A seguire, come di consueto, rinfresco conclusivo(presso: Funivia).
Al termine della giornata ripercorreremo la strada bianca fatta al mattino per rientrare alle auto.

Info ed iscrizioni:
Alan De Simone – alan.desimone@gmail.com – 339 63 93 676
Franca Bottura 3398027537
L’iscrizione è obbligatoria e deve essere effettuata entro Giovedì 15 giugno p.v.

EZIO BERTI
presenta:  CAPPADOCIA – CULLA DELLA STORIA

Trekking in Cappadocia, un ambiente ideale per camminare in mezzo alla natura di una bellezza pacata e selvaggia, veramente unica.
La serenità, la varieta’ dei paesaggi e la infinita quantità di emozioni che ti regala sono indimenticabili scrigni di rara bellezza.

Giovedì 18 Maggio 2017 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

MICHELA E BEPPE PIGHI
presentano:  DALLA CORDILLERA BLANCA A MACHU PICHU

Michela e Beppe ci presentano l’escursione che nel 2015 li ha visti protagonisti.
L’ ambiente è quello delle Ande e più precisamente la catena montuosa che si sviluppa per circa 180 km. nelle Ande settentrionali: la Cordillera Blanca.
Per la prima settimana della nostra spedizione in Perù abbiamo effettuato la salita a due fra le cime più belle ed interessanti della Cordillera Blanca: il Nevado Ishinca (5530 m) ed il Nevado Pisco (5760).
Entrambe le cime hanno richiesto più di 13 ore di salita.
In seguito abbiamo visitato i luoghi di maggior interesse storico ed archeologico riguardanti la civiltà Inca, come la città di Cusco, capitale storica del Perù dalla quale è scaturita la leggenda di El Dorado, il sito di Kenko, fra i più sacri per la civiltà precolombiana, ed il villaggio agricolo di Pisac, vicino alla famosa valle dell’Urubamba.
Immancabile era una visita al sito di Machu Picchu, l’antico luogo di studi abbandonato all’arrivo degli spagnoli.

Giovedì 06 Aprile 2017 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

MASSIMO BURSI
presenta:  FLASH DI ALPINISMO
Perché andiamo in montagna? Quali sono le motivazioni che ci spingono all’arrampicata estrema?

Massimo Bursi, dopo 35 anni di arrampicate in Dolomite e nel mondo, riflette sulla recente rivoluzione dell’arrampicata e sulla recente storia dell’alpinismo e sul perché continuare ad arrampicare.
Complice la pubblicazione del suo libro Flash di Alpinismo, un libro che continua ad essere venduto e presentato in diverse sedi alpinistiche italiane, Massimo intreccerà la propria esperienza personale di scalatore, partito da Avesa con gli scarponi, con quella del mondo variegato, fuori dagli schemi ed hippy dei grandi scalatori.
Una serata, allegra, ironica, carica di immagini, musica rock, citazioni per ripercorrere i sogni, avventure, attrazioni e contraddizioni, percezioni, fatiche, pericoli, umiltà, condizionamenti, miti, amicizie, essenzialità e rispetto ambientale…
di quella magnifica avventura chiamata alpinismo.

Giovedì 16 Marzo 2017 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

SILVIETTO LOVATO
presenta:  CILE E BOLIVIA

Un Filmato di Silvietto Lovato, che illustra la magia delle Ande, dove sulle spettacolari lagune e deserti dominano i giganti della Cordigliera.
Un viaggio che parte dalla città di Santiago, capitale Del Cile, per poi risalire verso il nord del paese, nella città di Arica dove abbiamo trovato le mummie dei Popoli Andini più antiche al mondo.
Abbiamo raggiunto la cittadina di Putre a 3.500 mt. sulla Cordigliera Andina.
Da quel momento in poi è stata una lunga avventura attraverso parchi nazionali, fortezze e antichi villaggi inca.
Abbiamo visto i geroglifi di Chiza e Tiliviche e il gigante di Atacama.
Abbiamo visitato le antiche raffinerie di salnitro di Umberstone e Santa Laura e siamo arrivati a San pedro di Atacama.
Da li siamo partiti per il Salar dello Uyuni in Bolivia, dove abbiamo potuto ammirare le lagune bianca, e verde e infine la spettacolare laguna Colorada con i suoi magnifici fenicotteri rosa.
Il viaggio si è concluso con la visita di El Tatio, il terzo campo geyser più grande al mondo situato a 4.320 mt. di altezza.

Giovedì 16 Febbraio 2017 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

IL GAM
presenta:  IL PROGRAMMA DELLA STAGIONE 2017

Ci siamo, si torna a parlare di montagna, di rivedere alcuni momenti della passata stagione e di prepararci ad affrontare le proposte della nuova stagione che con questa sera prende ufficialmente il via.

Giovedì 19 Gennaio 2017 alle ore 20,15
Presso: Auditorium Scuola Media G. Marconi
Via Ugo Foscolo, nr. 13 – San Giovanni Lupatoto – VR
(di fronte alle poste, e al parcheggio della Lidl)

ingresso libero

IL GAM, IL SERVIZIO GUARDIAPARCO DEL PARCO REGIONALE DELLA LESSINIA
E IL CORPO FORESTALE DELLO STATO

presentano:  LA RICOMPARSA DEL LUPO IN LESSINIA
Storia del lupo in Lessinia raccontata dagli esperti naturalistici Paolo Parricelli, del Servizio Guardiaparco del Parco regionale della Lessinia e Fulvio “Bubo” Valbusa, del Corpo Forestale dello Stato.

Nel corso del 2012, a distanza di oltre 160 anni dalla sua scomparsa, si è assistito al ritorno del lupo in Lessinia.
Una femmina appartenente alla popolazione italiana, di probabile provenienza dalle Alpi occidentali, e un maschio di origine dinarica si sono spontaneamente insediati sull’altopiano e, a tutt’oggi, con le quattro riproduzioni accertate nel quadriennio 2013-2016, costituiscono l’unico branco noto per l’Italia nord-orientale.
Il ritorno del lupo, con il ricongiungimento e la riproduzione di esemplari appartenenti a popolazioni diverse, non più in contatto da secoli, rappresenta un evento di eccezionale valore biologico e conservazionistico.
La Lessinia rientra tra le aree di intervento individuate dal Progetto Europeo Life “Wolfalps” per attuare strategie volte ad assicurare la convivenza tra il lupo e le attività economiche tradizionali, favorendo la riduzione dei potenziali conflitti.

Giovedì 24 Novembre 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

FRANCO BOTTAZZI
presenta:  DI FRONTE
Uno Standschûtze da Schwaz alla Forra del Lupo

Attraverso il libro di memorie di uno “Standschûtze”, Ludwig Fasser, ragazzo tirolese di Schwaz di 22 anni, il nostro socio Franco Bottazzi ci farà vedere la Grande Guerra dagli occhi dei nostri avversari.
Ludwig Fasser nel suo libro di memorie, diventa il cronista perfetto per testimoniare quello che è accaduto nel maggio del 1916 in questa lunga trincea che prende avvio da Serrada, sale il lungo versante orografico destro dell’alta Val di Terragnolo, fino al Forte Dosso delle Somme, il Werk Serrada.
Il percorso si snoda tra balze di roccia e profondi anfratti naturali che nel punto più stretto (la “forra” appunto) è un tutt’uno con alte pareti, profonde spaccature e gole.
Perché raccontare della Forra del Lupo? Era il 15 maggio del 1916 quando gli austro-ungarici scatenarono la più grande offensiva contro il traditore ed invasore italiano dall’inizio della guerra.
Non a caso la data della serata culturale per questa presentazione, il 19 maggio 2016, ci fa entrare cento anni dopo in quei giorni, non solo attraverso i racconti di Ludwig Fasser, ma anche con numerosissime immagini della macchina fotografica usata dal nostro Standschûtze.
La serata sarà inoltre la preparazione introduttiva all’escursione di domenica 22 maggio alla Forra del Lupo presso Serrada di Folgaria.

Giovedì 19 Maggio 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

MINO FERRIOTTI
presenta:  FIORI DELLE DOLOMITI

Alpinista, naturalista e micologo, Mino Ferriotti ci accompagnerà in un entusiasmante viaggio alla scoperta della magnifica flora che abita le nostre montagne.
Una carrellata di fotografie con la quale ci insegnerà a riconoscere ed apprezzare i numerosi e colorati fiori che incontreremo questa estate durante le nostre escursioni.

Giovedì 28 Aprile 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

CARLO DE SANIO
presenta:  IL CAMMINO DI SANTIAGO
Un percorso alla scoperta di sé stessi

Il Cammino di Santiago di Compostela è il lungo percorso che i pellegrini fin dal Medioevo intraprendono, attraverso la Francia e la Spagna, per giungere al santuario di Santiago di Compostela, presso cui ci sarebbe la tomba dell’Apostolo Giacomo il Maggiore.
Le strade francesi e spagnole che compongono l’itinerario sono state dichiarate Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
La serata fornirà delle valide informazioni su come prepararsi a chi volesse affrontare questo percorso, uno dei più completi e significativi della propria vita.
Approfondimenti che, passo dopo passo, aiuteranno a capire alcune difficoltà affinchè non siano insuperabili.
Tutto il necessario per affrontare questa esperienza di vita unica: dallo zaino ai trasferimenti, le mete quotidiane, dove e come pernottare, e tanto altro ancora.
Immagini e filmati ci accompagneranno in questo “Cammino”.

“Le decisioni devono essere prese con coraggio, distacco e talvolta con una certa dose di follia: non la follia che distrugge,
bensì quella che conduce l’essere umano a compiere il passo al di là dei propri limiti.”
Paulo Coelho, Il Vincitore è solo

Giovedì 07 Aprile 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

EZIO BERTI
presenta:  LADAKH – TREKKING – INDIA

Ci sono luoghi che è impossibile descrivere, qualsiasi aggettivo si rivela inadeguato.
Uno di questi è il Ladakh.
Regione situata nell’estrema punta nord dell’India al confine con Cina, Pakistan e chiuso a sud dalla catena himalayana.
Un fazzoletto di terra di cui conserva intatti i caratteri geografici e culturali tibetani, tanto da meritarsi giustamente l’appellativo di “PICCOLO TIBET”.
Nel 2011, io e il mio amico Beppe Pighi, abbiamo organizzato questo trekking nelle montagne del Ladakh: un arido e inospitale altopiano desertico d’alta quota e cime che superano di ben lunga i 6.000 mt. di altezza.
Un ambiente severo che con l’andar dei secoli è stato plasmato dai fiumi e dalle intemperie.
Il nostro obiettivo: salire lo STOK KANGRI, una vetta di 6.160 mt. di straordinaria bellezza.
L’avvicinamento alla montagna e stato lungo, faticoso.
Abbiamo attraversato valli, scollinato passi di alta quota quasi sempre oltre i 5000 mt.; lunghe e interminabili discese e poi ancora salite, tutti i giorni su e giù, non si poteva fare altrimenti perchè questo era necessario per le fasi di acclimatamento alle alte quote.
Abbiamo camminato per ben 17 giorni prima di arrivare al campo base, stanchi ma fiduciosi, il tempo era bello, decidiamo di prenderci un giorno di riposo prima di tentare la vetta, che raggiungeremo il giorno dopo.
Con questa esperienza, vista la mia non più giovane età, con rammarico pongo fine alle mie avventure alpinistiche Himalayane che in questi anni mi hanno dato tante soddisfazioni.
Continuerò a salire montagne meno impegnative e più consone alle mie forze.

Giovedì 17 Marzo 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

DAL TOE’ LUCIANO
presenta:  2014 EXPEDITION CHO OYU 8201 Mt.
La dea turchese (sesta montagna più alta della Terra)

Salire un ottomila è sempre un’avventura, quelle quote ti insegnano il rispetto verso la montagna e impari che la fatica viene ripagata con l’arrivo in vetta.
Cinque minuti valgono una vita e nel girarti vedi solo montagne più piccole.
Scendere non è cosa facile ma quando rientri al campo base, puoi dire grazie montagna di avermi fatto vivere sotto la tua ombra.
Dal Toè Luciano!
Luciano Dal Toè, storica figura del CAI di Arzignano, sarà con noi per renderci partecipi, con la sua testimonianza, di questa grande impresa e della sua sincera passione non solo per la montagna, ma anche per la cultura ed il popolo che abita quelle terre.
La spedizione ha avuto infatti anche uno scopo umanitario in supporto alla fondazione “Nepal senza frontiere”, supporto che si è concretizzato nella raccolta di fondi e materiali che la spedizione ha portato a Kathmandu.
Un invito a tutti noi, amanti della montagna, ad avere a cuore il futuro di questo meraviglioso popolo.
“Il Nepal è un posto che non ti aspetti: ogni volta torni a casa sempre più ricco dentro, di quella ricchezza che fortifica i sogni e le relazioni.
Noi, così come tanti altri volontari ed associazioni in Italia e nel mondo, lo facciamo perchè è giusto farlo, perchè questa cultura e questo popolo devono essere aiutati e protetti”

Giovedì 25 Febbraio 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM E LA POLISPORTIVA ADIGE BUON PASTORE
presentano :  STORIE DI UOMINI E DI MONTAGNE
DUE GENERAZIONI A CONFRONTO

Serata divulgativa della cultura e dello sport di montagna.
Le associazioni Polisportiva Adige Buon Pastore e Gruppo Amici della Montagna organizzano una serata dedicata all’alpinismo con la proiezione di due filmati; da parte degli alpinisti Andrea Simonini e Arturo Franco Castagna.

Giovedì 04 Febbraio 2016 alle ore 20,45
Presso il Teatro Astra di San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM ED IL CORPO NAZIONALE SOCCORSO
ALPINO E SPELEOLOGICO STAZIONE ALPINA DI VERONA

presentano :  SICURI CON LA NEVE

La stagione invernale presenta dei rischi che non interessano solo gli sci alpinisti, ma anche chi ama sciare in neve fresca o fare semplici escursioni sulla neve con le ciaspole.
Il GAM in collaborazione con il Soccorso Alpino di Verona organizza una serata di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale: valanghe, scivolate su ghiaccio, ipotermia ed altri ancora i temi trattati.

Giovedì 28 Gennaio 2016 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

DOMENICA 31 Gennaio 2016
Ci sarà la possibilità di mettere in pratica quanto appreso giovedì: durante un’uscita in ambiente sarà possibile sperimentare i principi di una corretta movimentazione in ambiente innevato, la gestione dell’autosoccorso, la sensibilità sul sondaggio e la ricerca con l’ARTVA.
Ritrovo: ore 7.45 alla rotonda del Lupo di fronte la Pizzeria Opera di San Giovanni Lupatoto.
Difficoltà: Uscita adatta a tutti senza particolari difficoltà.
Si lavora divisi in 3 o 4 campi preparati a poca distanza dalle auto e sempre seguiti da personale del CNSAS.
Attrezzatura: Abbigliamento da montagna invernale, ciaspole o sci, pranzo al sacco.
Chi ha ARTVA, sonda e pala propri li porti, per gli altri l’attrezzatura necessaria alle prove che si eseguiranno sarà messa a disposizione dall’organizzazione.
Info ed iscrizioni: E’ possibile iscriversi entro il 28/01.
Per motivi organizzativi il numero massimo di partecipanti per l’uscita pratica è fissato a trenta persone e sarà data precedenza a chi ha partecipato alla serata teorica.
Per iscrizioni:
Alan De Simone – alan.desimone@gmail.com – cell. 339 63 93 676

Il GAM
presenta :  IL PROGRAMMA DEL 2016
E FOTO DELLE ESCURSIONI DEL 2015

Come consuetudine,è giunto il momento di ritornare a parlare di montagna, rivedere per un attimo alcuni momenti dello scorso anno e prepararci ad affrontare le avventure della nuova stagione che oramai è alle porte.
La serata è ad ingresso libero ed è aperta, oltre che ai Soci, a tutti gli Amici e Simpatizzanti del nostro Gruppo.
Appuntamento per tutti quindi a:

Giovedì 21 Gennaio 2016 alle ore 21,00
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta:  Serata GAM dedicata a:
MARCELLO MONTAGNA

Una serata speciale dedicata ad una persona speciale che ci ha lasciato una grande eredità. ma anche un gran vuoto.
Il programma della serata prevede una esibizione del “Coro Scaligero dell´Alpe Cai Verona” diretto dal maestro Matteo Bogoni ed alcune letture proposteci da Antonia Stringher e Maria Luisa Quaini.
Sabato 19 Settembre 2015 alle ore 20,30
Presso ex Chiesa del Pozzo
San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

FRANCO BOTTAZZI
presenta:  TA-PUM
VENTI GIORNI SULL’ORTIGARA

Si rinnova l’appuntamento con il nostro Socio ed amico Franco Bottazzi che con grande passione e conoscenza della storia ci porterà a scoprire dei nuovi aspetti legati alla Prima Guerra Mondiale.
Questa sera Franco ci prenderà per mano e ci accompagnerà sul Monte Ortigara; lo farà, a distanza ormai di cento anni, facendo parlare i protagonisti di quei terribili giorni attraverso le loro lettere, accompagnate da sbiadite fotografie dell’epoca.
Che cosa è successo tra il 9 ed il 10 giugno del 1917?
Perché una montagna porta tanto dolore?
I numeri non possono dare spiegazioni esaustive, ma rendono bene l’idea sulla vastità di questo tragico evento: complessivamente la battaglia dell’Ortiara è costata agli Italiani la perdita di 25.199 uomini di cui 2.865 morti, 5.600 dispersi e 16.734 feriti.
Le perdite Austo-Ungariche ammontarono a 8.828 uomini, di cui 992 morti, 1.515 dispersi e 6.321 feriti.
Ma il racconto di Franco non si concluderà con la serata di Giovedì 21 Maggio: Domenica 21 Giugno effettueremo un’escursione sull’Ortigara per vedere di persona i luoghi che furono teatro di questa spaventosa battaglia e per capire ancora meglio quanto inutile ed assurda sia stata questa Guerra (come tutte le altre, d’altronde); un doveroso e rispettoso ricordo di tutte le vittime di quell’immane conflitto, senza distinzione di bandiera o di razza, giovani schierati su due fronti ma accomunati dall’identico destino, così splendidamente cantato dal poeta Trilussa “…Ninna nanna, tu nun senti li sospiri e li lamenti de la gente che se scanna per un matto che commanna; che se scanna e che s’ammazza a vantaggio de la razza o a vantaggio d’una fede per un Dio che nun se vede, ma che serve da riparo ar Sovrano macellaro…”

Giovedì 21 Maggio 2015 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta:  CONOSCERE IL GAM

Sono passati ormai più di 18 anni dal 14 gennaio 1997 quando venne depositato l’atto costitutivo di quello che oggi è il GAM.
Molti hanno condiviso, e condividono tutt’ora, esperienze ed emozioni e partecipano alla vita della nostra associazione.
Abbiamo voluto questa serata per ripresentare il nostro modo di vivere la montagna, secondo lo spirito che da sempre contraddistingue il nostro gruppo: passione e rispetto per l’ambiente che ci ospita.
Sarà anche l’occasione per ripeterci alcuni consigli utili affinché andare in montagna sia sempre e solo una piacevole occasione di incontro e amicizia vissuta con lo stesso spirito che ci ha contraddistinto fin dai primi passi mossi nel lontano 1997.

Giovedì 30 Aprile 2015 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

ANTONIA STRINGHER
presenta:  LESSINIA
IL CONTRABBANDO CON IL TIROLO TRA ‘800 E ‘900

Durante la serata Antonia Stringher, fiera rappresentante del popolo cimbro che da secoli vive in Lessinia, appassionata studiosa della storia di questa gente e del suo territorio, ci racconterà come nacque e si sviluppò il fenomeno del contrabbando tra Lessinia e Tirolo verificatosi tra il 1866, anno di annessione del Regno Lombardo Veneto al Regno d’Italia, e il 1918 quando, al termine della prima guerra mondiale, il Trentino (allora Tirolo, provincia meridionale dell’Impero Austro-ungarico) venne annesso al Regno d’Italia.
Dopo il 1866 l’Italia usciva dissanguata dalle guerre d’Indipendenza e per rimettere in sesto la disastrata economia, la politica fiscale dell’allora governo applicò nuovi tributi tra cui la pesante tassa sul macinato che mise in ginocchio i mugnai della Lessinia, costringendo molti di essi a chiudere i battenti.
Inoltre, vennero applicati forti dazi e tasse doganali sulle merci d’importazione con l’Austria.
È in questo clima che prende piede tra gli abitanti della montagna il fenomeno del contrabbando (sale, tabacco, spirito, polvere ardente, zucchero, spezie, tessuti, i generi maggiormente contrabbandati).
Vita dura quella dei contrabbandieri che dovettero confrontarsi con le asperità del territorio, la fatica di portare pesanti carghe , nonché la paura di essere intercettati dalla guardia di finanza che sorvegliava la zona di confine; per sfuggire ai controlli praticarono sentieri pericolosi, impervi, in un territorio insidioso che spesso non perdonava.
Molti di essi persero la vita a causa di valanghe, bufere di neve, ghiaccio, in una sfida alla montagna che non fece differenza tra gli uni e gli altri, accomunandoli talvolta in un unico tragico destino.
E, ancora, storie vere, curiosità e aneddoti che caratterizzarono l’avventurosa vita dei contrabbandieri.

Giovedì 23 Aprile 2015 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

SOCCORSO ALPINO DI VERONA
presenta:  SICUREZZA IN MONTAGNA

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico è una struttura operativa del CAI, una libera associazione di volontariato apartitica, apolitica e senza fini di lucro ispirata ai principi di solidarietà e fiducia reciproca tra i soci.
Ha il compito di provvedere alla vigilanza e prevenzione degli infortuni nelle attività alpinistiche, escursionistiche e speleologiche, al soccorso degli infortunati e dei pericolanti e al recupero dei caduti.
È una struttura nazionale operativa del Servizio Nazionale di Protezione Civile.
Scopo primario della serata, tenuta da esperti del Soccorso Alpino di Verona, è fornire nozioni di base per coloro che frequentano la montagna percorrendo itinerari di ogni difficoltà dal più facile a quelli più complessi e tecnicamente difficili.
Spesso basta attenersi ad alcune semplici regole per affrontare in sicurezza le nostre escursioni in montagna e prevenire l’insorgere di eventuali problemi.
Inoltre durante la serata sarà illustrato il comportamento da tenere e le informazioni di base per la richiesta di aiuto in caso d’incidente o smarrimento.

Giovedì 19 Marzo 2015 alle ore 20,45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

SILVIETTO LOVATO
presenta:  ALASKA
Viaggio sulle orme di Felice Pedroni.

Il filmato che ci presenterà durante la serata il nostro Socio ed amico Silvietto Lovato racconta la storia di Felice Pedroni, un Italiano che con la sua impresa è entrato a far parte della storia americana in Alaska.
Felice Pedroni partì nel 1881 da Fanano, un piccolo paese dell’Appennino Modenese, sbarcò a New York e facendo svariati lavori attraversò tutti gli Stati Uniti fino ad arrivare a Seattle.
Non avendo ancora trovato fortuna, nel 1894 si diresse verso quella che era considerata l’ultima frontiera,
” L’Alaska Americana “, dopo anni di ricerche, il 22 luglio del 1902 trovò l’oro e a seguito della sua scoperta nacque la città di Fairbanks. Iniziò così quella corsa all’oro che ha popolato l’Alaska e ha fatto si che diventasse il 46° Stato
degli Stati Uniti d’America.
Un gruppo di cinque persone per la prima volta ha cercato di ripercorrere le orme di questo grande personaggio, tra queste persone c’è il nostro amico Silvietto che ci racconta:
“Partiti Da Fanano siamo arrivati a Seattle, città posta sulle coste dell’Oceano Pacifico; da lì ci siamo imbarcati su una nave con destinazione l’Alaska.
Dopo aver fatto scalo nella città di Ketchikan e nella Capitale Juneau, siamo arrivati a Skagway, cittadina da dove partivano le spedizioni dei cercatori d’oro verso il Klondike, in Canada.
Abbiamo percorso a piedi un tratto dell’epico sentiero che portava al KhilKoot Pass, abbiamo sostato a Dawson City e visitato la capanna di Jack London.
Su dei piccoli fiumi abbiamo provato a setacciare per trovare dell’oro, abbiamo camminato nel parco del Denali, dove abbiamo visto alci, renne e orsi.
Infine abbiamo partecipato come ospiti d’onore ai Golden Days sfilando per le vie della città di Fairbanks e alla cerimonia ufficiale fatta dall’Associazione Pioneers Of Alaska nel luogo dove Felice Pedroni scoprì l’oro.
Questo è il racconto dell’avventura che dall’ Italia ci ha portati in Alaska sulle orme di Felice Pedroni.”

Giovedì 19 Febbraio 2015 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta :  SERATE ORIENTEERING
Nozioni di cartografia e orientamento in montagna

Due serate dedicate alla conoscenza e alla lettura di una carta topografica, che contrariamente a quanto potrebbe sembrare non è cosi misteriosa e tantomeno indecifrabile.
La scala, le curve di livello, il dislivello che ci viene proposto nelle locandine che descrivono le nostre escursioni e altre curiosità per meglio interpretare le proposte del gruppo e vivere l’escursione anche da un altro punto di vista.
Relatore della serata sarà Simone Menon del CAI di Montecchio, con l’ l’assistenza di Nicola Zampicinini del CAI di Tregnago.
Martedì 17 e Martedì 24 Febbraio 2015 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta :  LE ESCURSIONI DEL 2015
E FOTO DELLE ESCURSIONI DEL 2014

Come ogni anno anche quest’anno, finite le ferie di Natale e Capodanno, è giunto il momento di ritornare a parlare di montagna, rivedere per un attimo alcuni momenti della passata stagione escursionistica, e prepararci ad affrontare le nuove avventure della nuova stagione che oramai è alle porte.
Quale miglior occasione quindi per rincontrare gli amici che nel gruppo condividono la stessa passione, assistere alla presentazione delle nuove escursioni, rivivendo quelle dello scorso anno grazie alla ormai tradizionale proiezione delle fotografie fatte nel 2014 dai Soci e dagli Amici del GAM.
La serata è ad ingresso libero ed è aperta, oltre che ai Soci, a tutti gli Amici e Simpatizzanti del nostro Gruppo.
Appuntamento per tutti quindi a:

Giovedì 29 Gennaio 2015 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

LORENZO MAINERI
presenta:  IL TROMBINO DELLA LESSINIA
Tra storia e leggenda.

Chi ha avuto l’opportunità di assistere allo sparo dei trombini è stato sicuramente colpito dal boato possente, dalle dimensioni di questo strumento di festa e dalla perizia che gli sparatori mettono nelle loro esibizioni.
Quello invece che pochi conoscono riguarda l’origine e l’utilizzo di questi “sciopi da sagra” che erano diffusi in tutta la Lessinia “cimbra” e che oggi sono stati rivitalizzati e studiati dai “Pistonieri dell’Abbazia”.
Un viaggio per ripercorrerne insieme l’origine e l’evoluzione attraverso i documenti storici, le leggende, le abitudini e il saper fare delle genti cimbre che hanno saputo custodirne il fascino.
I Pistonieri dell’Abbazia si ripropongono oggi, nel rispetto dell’l’antica tradizione, di diffonderne lo spirito attraverso il recupero delle testimonianze fotografiche ed orali, delle antiche tecniche di innesco con la selce, dei costumi tipici, delle leggende e della ricca mitologia che da sempre li accompagna.

Giovedì 15 Maggio 2014 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

SILVIETTO LOVATO
presenta:  MONGOLIA
Dalla festa del Nadan, al Deserto dei Gobi.

E’ da Ulaan Bataar capitale della Mongolia che inizia il nostro viaggio per conoscere luoghi, usi e costumi dei mongoli.
Qui nella capitale ogni anno si festeggia l’avvenimento più importante della Mongolia “il Naadam”.
Si celebra sin dai tempi di Gengis Khan, dura tre giorni, e in questi tre giorni i migliori rappresentanti delle regioni Mongole, gareggiano in tre specialità: la lotta tra gli uomini, il tiro con l’arco, e la corsa con i cavalli.
Alla fine donne e uomini con bellissimi costumi tipici sfilano a ricordo dell’antico splendore.
Ma il nostro principale obiettivo era il deserto dei Gobi dove abbiamo camminato nelle valli delle aquile, e nella valle dei dinosauri, piantato tende nei posti più remoti, dormito nelle tende Mongole dette Gher, abbiamo constatato quanto un deserto abbia mille sfaccettature, e solo vivendolo lo si può capire.
Infine abbiamo concluso la nostra avventura con la visita della vecchia capitale Karacorum dove abbiamo potuto vedere il mitico monastero di Erdene Zuu.
Abbiamo lasciato la Mongolia consapevoli di aver vissuto una magnifica avventura.

Giovedì 10 Aprile 2014 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

DANTE ZAMPERINI
presenta:  “SENTIERI DI…VERSI”

“Sentieri di…versi” è un incontro sul senso di vivere la natura, e in particolare la montagna, concependo questo territorio in modo alternativo all’aspetto fisico: intuendo in questi luoghi l’aspetto spirituale in essi celato.
Per questo motivo la meta finale cessa di essere l’obiettivo principale lasciando divenire la gioia, le emozioni e tutte le sfumature offerte dai crinali, i sentieri di…versi relativi alla poesia.
La montagna muta il suo aspetto ogni qualvolta si ricerca in essa un rifugio, quindi, gli anfratti più nascosti si trasformano nel grembo di una grande madre che protegge, “…lassù sulle cime nevose / da menzogneri verdetti protetto…” recitano alcuni versi di una poesia di Dante Zamperini.
Sentieri di riflessione, alla ricerca di quel Soffio velato in tutte le cose.
Per Dante, la poesia attiene al sacro; solo all’interno di questa dimensione è possibile raggiungere quella profondità che si pone come oggetto e giustificazione della poesia, che nasce quindi come risposta al senso di gratitudine di fronte al dono della vita e alla sua bellezza.
Una volta capito questo, scrivere d’altro diventa difficile e diviene spontaneo non smettere d’interrogarsi sul senso e sul valore della propria ricerca.

Giovedì 20 Marzo 2014 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

DAL DOSSO PIERINO – FERIOTTI MINO – ZIGGIOTTO BEPPE
presentano:  “NEL CIELO DELL’OBERLAND”
“…Nel candido giardino dell’Oberland una dolce fanciulla (Jungfrau) viene intimorita da un terribile Orco
(Eiger) ma a proteggerla c’è un monaco (Monch) …”

Il “Berner Oberland”, conosciuto anche come “Jungfrau Region”, è un vasto comprensorio che si trova nelle Alpi svizzere subito a nord del noto Vallese.
I suoi enormi ghiacciai lo rendono particolarmente interessante, così come le sue maestose cime.
Con i suoi 3970 metri, l’Eiger, imponente baluardo di roccia calcarea e in parte friabile non è una delle cime più alte delle Alpi Bernesi, ma di certo è la più famosa per la sua parete Nord, alta 1800 metri.
Con il Monch 4099 metri e la Jungfrau 4158 metri costituisce una triade d’impareggiabile bellezza ed imponenza.
Le montagne del Berner Oberland furono tra le prime vette delle Alpi Svizzere ad essere conquistate dall’ uomo.
La cronaca alpinistica della regione della Jungfrau registrò le seguenti prime ascensioni: 3 agosto 1811 Jungfrau, 15 Agosto 1857 Monch e 11 agosto 1858 Eiger.
Ma è il 24 luglio 1938, dopo anni di funesti tentativi, che in 4 giorni di scalata, i tedeschi Anderi Heckmair e Ludwig Vörg con gli austriaci Henrich Harrer e Fritz Kasparek riuscirono a risolvere l’ultimo “problema” delle Alpi: la parete Nord dell’Eiger.
L’impresa fu ampiamente sfruttata dal regime nazionalsocialista tedesco a fini propagandistici.
Ma oltre la sua parete nord esistono altre vie di salita molto interessanti: le vie cosiddette “normali”, la parete Occidentale e il versante Sud.
La nostra salita invece sarà per la Cresta Nord-Est, meglio conosciuta come via Mittellegi.
Un itinerario molto affascinante a cavallo dell’Orco.

Giovedì 27 Febbraio 2014 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta :  PRESENTAZIONE ATTIVITA’ 2014
E FOTO DELLE ESCURSIONI DEL 2013

Anche quest’anno, terminate le festività di fine anno, è giunto nuovamente il momento di tornare a parlare di montagna e di prepararci ad affrontare le innumerevoli avventure che ci aspettano nella nuova stagione, oramai alle porte.
La serata ci darà l’occasione di ritrovare gli amici che nel gruppo condividono la passione per la montagna e la natura: passeremo una piacevole serata tutti insieme, assistendo alla presentazione delle nuove escursioni e rivivendo quelle dello scorso anno grazie alla ormai tradizionale proiezione delle fotografie fatte nel 2013 dai Soci e dagli Amici del GAM.
La serata è ad ingresso libero ed è aperta, oltre che ai Soci, a tutti gli Amici e Simpatizzanti del nostro Gruppo.

Giovedì 6 Febbraio 2014 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Flavio Zanella
presenta :  LA STORIA DELLE DOLOMITI
I MONTI VENUTI DAL MARE

Le Dolomiti vengono chiamate i “Monti Pallidi” oppure i “Monti di Corallo”;
la colorazione delle rocce e la loro formazione geologica giustificano queste definizioni.
Per far conoscere le Dolomiti, si deve raccontare una storia che inizia più di trecento milioni di anni fa e che parla di antiche eruzioni vulcaniche, di chiare acque di mari tropicali e d’immani sovvertimenti della crosta terrestre.
Oltre alla storia geologica, le Dolomiti hanno visto scorrere tra le sue valli storie di uomini ardimentosi: esploratori che nell’ottocento hanno svelato al mondo le bellezze della regione; i naturalisti che tra queste rupi hanno scoperto specie botaniche uniche al mondo; pittori che sono stati irretiti da paesaggi orridi ed affascinanti; soldati che hanno combattuto per difendere i confini della loro patria; imprenditori che hanno posto le basi per le fortune turistiche delle vallate dolomitiche; sportivi che sulle strade e sulle piste fassane, gardenesi ad ampezzane hanno scritto pagine memorabili della storia dello sport; alpinisti che sulle vertiginose pareti delle Tre cime di Lavaredo, sulla Marmolada e sul Civetta hanno portato ai massimi livelli l’arte dell’arrampicata.
Le Dolomiti sono l’assieme di una serie di grandi storie ed il riconoscimento dell’UNESCO, che le ha dichiarate “Patrimonio Universale dell’Umanità”, dovrebbe garantire la tutela dei Monti venuti dal mare.
Il futuro è incerto: la speculazione turistica rischia di trasformare le valli dolomitiche in una delle tante Disneyland con troppi turisti fracassoni che ne percorrono le valli e funivie che ne aggrediscono le cime, trasportando sciatori anche negli angoli più nascosti.
Il motto che dovrebbe ispirare ogni turista recita: “Andare per conoscere, conoscere per amare, amare per difendere”; solo così le Dolomiti potranno sperare di avere un futuro sostenibile.

Venerdì 19 aPRILE 2013 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

LUIGI PICCOLI
presenta :  TREKKING ALL’ALPE VEGLIA E ALPE DEVERO

Veglia e Devero sono due gioielli del mondo alpino.
I prati dell’alpe sono distese di verde circondate da montagne.
L’Alpe Veglia è un’ampia conca di origine glaciale circondata da una catena di monti che costituiscono il lembo occidentale delle Alpi Lepontine, al confine della Svizzera.
Sono montagne severe e belle e ricche di acqua.
La possente mole del monte Leone (3553 Mt.), sovrasta l’Alpe Veglia.
L’ambiente dell’Alpe Veglia è quello tipico dell’alta montagna, sebbene il fondo pianeggiante della conca rientri ancora entro il limite della vegetazione arborea.
I boschi che si sviluppano attorno alla piana si spingono fino a 2200 metri di quota e sono costituiti da larici.
Nella stagione estiva i prati sono ricoperti di moltissimi fiori di tutte la specie.
E’ tuttavia il pascolo, l’elemento dominante il paesaggio di Veglia.
Il clima di Devero, analogo per altitudine e dimensione geografica a quello di Veglia, presenta i caratteri severi dell’alta montagna.
Nel1970 venne avanzata da” Italia Nostra” e dal “Lions Club”, la proposta di costituire Veglia come parco naturale in opposizione al progetto dell’ENEL.
Pochi anni dopo l’ipotesi della diga venne abbandonata, per le possibili infiltrazioni d’acqua e così si salvò questo bellissimo angolo di natura montana.
Per chi fa il trekking, vi aspettano i due rifugi del CAI, molto accoglienti e con un’ottima cucina.

Venerdì 22 Marzo 2013 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

RENATO ROSSI
presenta :  CUSIOSITA’ NELLO ZAINO

La parola CURIOSITA’ riassume lo spirito che muove tutti noi a caricarci uno zaino sulle spalle e andare per i monti.
Pur essendo importante, la sola CURIOSITA’ non è sufficiente a garantirci la perfetta riuscita della nostra “avventura”, ma necessita di validi alleati quali un’attrezzatura adeguata, la cui scelta è molto più complicata di quanto si possa credere, data la vastità delle offerte, che il mercato propone.
Lo scopo della serata sarà quindi quello di mettere a disposizione degli Amici della Montagna di San Giovanni Lupatoto, la mia esperienza, maturata in oltre vent’anni di vendita nel mio negozio per poter conoscere meglio le proposte sul mercato, spaziando dalle caratteristiche e differenze trai vari materiali dell’abbigliamento, valutando, il loro migliore utilizzo e le nuove tendenze; confrontando i sistemi costruttivi che si nascondono dentro una calzatura da montagna, (differenza tra le varie membrane impermeabili..), fino ad arrivare all’attrezzatura, spiegando come e perché scegliere un occhiale da sole, la scelta dello zaino, l’utilizzo corretto dei bastoncini da trekking, caratteristiche dei set da ferrata e loro migliore utilizzo……..
Insomma un piccolo concentrato di suggerimenti per la scelta dei vari oggetti, che di volta in volta mettiamo nello zaino facendoli diventare, di fatto, nostri “compagni di cordata”.
Venerdì 22 Febbraio 2013 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta :  LE ESCURSIONI DEL 2013 E FOTO
BILANCIO ANNO 2012 – FOTO ESCURSIONI 2012
PROGRAMMA GITE PER L’ ANNO 2013 E MOLTO ALTRO

Come ogni anno anche quest’anno, finite le ferie di Natale e Capodanno, è giunto il momento di ritornare a parlare di montagna, rivedere per un attimo alcuni momenti della passata stagione escursionistica, e prepararci ad affrontare le nuove avventure della nuova stagione che oramai è alle porte.
Quale miglior occasione quindi per rincontrare gli amici che nel gruppo condividono la stessa passione, assistere alla presentazione delle nuove escursioni, condividere una piacevole serata con coloro che rappresentano l’essenza stessa, la vera filosofia del gruppo.

Appuntamento per tutti quindi a:

VENERDI’ 8 FEBBRAIO 2013 ALLE ORE 20.45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

GIORGIO ANNICHINI
presenta :  L’ACQUA CHE BERREMO
Speleologi e Istituzioni difendono la risorsa più preziosa

La vita sul pianeta che ci ospita è strettamente legata alla presenza dell’acqua: ne è riprova il fatto che le più antiche civiltà si sono sviluppate laddove la presenza del prezioso liquido era più abbondante.
Il consumo idrico medio di un cittadino italiano è di circa 300 litri di acqua al giorno, ma non tutti hanno la stessa fortuna: in alcune zone del mondo la disponibilità è di pochi litri pro capite, di difficile reperimento e di pessima qualità.
L’acqua che si raccoglie nel territorio carsico nazionale rappresenta una imperdibile risorsa naturale collettiva; questa risorsa si svela solo dove complessi fenomeni geologici lo consentono, fenomeni che, a volte, devono essere ancora compresi e studiati.
La speleologia è un formidabile mezzo per esplorare, studiare e documentare la geografia e la delicatezza delle nostre fonti di approvvigionamento potabile: “l’acqua che berremo”, quanta e di che qualità, dipende da quanto saremo realmente capaci di proteggerla.
Nel corso della serata sarà con noi l’Ing. Giorgio Annichini, del gruppo speleologico Gruppo Amici della Montagna di Verona, di cui fanno parte anche alcuni nostri Soci, che ci aiuterà a meglio comprendere quanto sia importante che tutti noi si sia coscienti che è oggi che possiamo e dobbiamo agire per garantirci un futuro vivibile, perché una cosa è certa: la qualità della nostra vita è e sarà indissolubilmente legata alla qualità dell’acqua.
Venerdì 18 Gennaio 2013 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

GIOVANNI SIROTTO
presenta :  SULLA STRADA DI MARCO POLO

Mi sembra ieri quando in una tenda a 4200 m sul monte Ararat in una bufera di neve ,che ci bloccò per due giorni, Renato ed io cominciammo a fantasticare e a condividere questa avventura in bici sulla via di Marco Polo.
Mi auguro che gli Dei siano buoni con noi 2 bike-pellegrini e che il clima, metereologico e politico,che troveremo non siano dei più ostili e spero e mi auguro che il mio amico Claudio ,il mitico Prynci, dia alcune dritte al mio angelo custode perchè lui ,di biciclette ne capisce poco…….”
Scriveva così Gianni qualche giorno prima della partenza nel Febbraio 2008 da Verona con destinazione Pechino, viaggio di ben 13760 Km. in bicicletta lungo la mitica Via della seta.
Con la sua mountanbike nel 1988 è arrivato al campo base dell’Everest.
Negli anni novanta ha fatto il periplo dell’Islanda.
Dopo il viaggio in bicicletta a Pechino, su insistenza degli amici, ha pubblicato per la Jago Edizioni il libro “Sulla strada di Marco Polo”.
Nel 2011 sempre per la stessa casa editrice ha pubblicato “I Vagabondi dello sci” dove narra dei suoi viaggi con gli sci alla ricerca della powder nel mondo.

Venerdì 14 Dicembre 2012 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

SILVIETTO LOVATO
presenta :  ORISSA
L’ANIMA TRIBALE DELL’INDIA

Racconto di viaggio in Orissa, una delle regioni dell’India meno conosciute e più interessanti, dove sono presenti sessantadue differenti tribù, ognuna con caratteristiche culturali, modi di vita e lingue diverse.
Abbiamo visitato tribù legate ai riti ancestrali della madre terra, tribù che si sono convertite al Buddismo e all’Induismo; abbiamo trovato nella foresta una capanna sacra con all’interno un grande murales dove vi erano raffigurate decine di allegorie, e osservandolo bene ognuno di noi poteva trovare in esso motivo e spunto di riflessione e preghiera, tale era il suo significato universale.
E’ stato un viaggio molto intenso soprattutto dal punto di vista culturale e religioso.

Venerdì 16 novembre 2012 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

FRANCO BOTTAZZI
presenta :  COSE VERE
LA VALLARSA E IL MONTE CORNO 1916-1917

Cose Vere, recita il sottotitolo del libro di Carlo Pastorino, LA PROVA DEL FUOCO.
Lo scrittore, ufficiale durante la grande guerra scrisse ciò che aveva vissuto in quel periodo in una valle del Trentino, la Vallarsa, valle del fiume Leno che divide il massiccio del Pasubio da quello del Carega.
Durante la serata il nostro socio e amico Franco Bottazzi, avvalendosi di questo bellissimo libro, ci accompagnerà a ritroso nel tempo sui sentieri e nelle trincee che hanno visto la vita e la morte di tanti soldati.
Pastorino non ci nasconde nulla di questa terrificante realtà, che ci rappresenta con parole semplici, quelle che servono per il realismo del momento, mai utilizzando parole d’odio per i nemici dei quali in più occasioni ha colto l’umanità.
Un viaggio virtuale, su queste montagne che hanno visto la sofferenza ed il sangue di tantissimi semplici uomini, un viaggio che però diventerà reale, per chi vorrà vivere l’esperienza, Domenica 27 Maggio quando, sempre sotto la guida esperta del nostro amico Franco, ci sarà la possibilità di partecipare ad una bellissima escursione che ci porterà a camminare sui sentieri e nei luoghi che sono stati teatro degli eventi raccontati da Carlo Pastorino nel suo libro.
Un’esperienza che noi tutti ci auguriamo possa contribuire a farci capire che il ricordo della grande guerra non è “storia vecchia e inutile”, ma un valido strumento per ricordare a tutti noi e alle generazioni future quanto assurda, dolorosa e inutile sia la guerra, grande o piccola, lontana o vicina che sia.

Mercoledì 16 maggio 2012 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

CECCHINI GABRIELLA
presenta :  IL VIAGGIO COME METAFORA DELLA VITA
RELATRICE: PAOLA SOFIA BAGHINI

“Ogni giorno è un viaggio
e il viaggio stesso è casa”
Matsuo Bash..
Il viaggio, in tutte le sue accezioni, è un percorso a tappe, siano esse concrete o spirituali.
Per poter ritornare bisogna percorrrere queste tappe e acquisire esperienze, ma soprattutto bisogna aver preso le distanze dal nostro punto di partenza.
Viaggiare, come vivere, significa oltrepassare confini anche e soprattutto simbolici.
Un tempo le tappe della vita, come ad esempio il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, erano segnate dai cosiddetti riti di passaggio, allo stesso modo in cui, recandosi in un paese straniero, si può oltrepassare il confine dopo aver ottemperato ad alcune formalità.
La porta costituisce il limite più familiare tra il mondo conosciuto e quello estraneo, sia la porta di casa che quella di un tempio, in cui essa segna il confine tra il mondo sacro e quello profano.
Oltrepassare la soglia, dunque, significa aprirsi all’eventualità.
Qualsiasi viaggio, metaforico, letterario o propriamente fisico-geografico, comporta dei cambiamenti che spostano continuamente il nostro orizzonte e la meta che ci siamo prefissati è semplicemente l’impulso ad affrontare il cammino.
L’essenziale è il percorso con le sue difficoltà e le sue sfide, le possibili relazioni con altri viaggiatori, l’incanto di un paesaggio che ci trattiene in una sosta non prevista.

Mercoledì 11 aprile 2012 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

ROSAANNA RACIOPPI
presenta :  VIAGGIO IN LIBIA
DIARIO DI UN VIAGGIO EFFETTUATO DAL 7 AL 17 OTTOBRE 2010

Libia, terra di passaggio tra il Mediterraneo e il deserto africano.
Il deserto del Sahara ingoia oltre il 90% di questo paese, offrendo mari di sabbia grandi quanto alcune piccole nazioni europee.
Crocevia di storia, con le città di SABRATHA e CIRENE e i loro antichi splendori risalenti alle civiltà fenicia, cartaginese e romana; luoghi dove la storia prende vita, come a LEPTIS-MAGNA, attraverso la straordinaria quantità di monumenti: l’arco di Settimio Severo e le terme di Adriano, il Foro dei Severi e lo splendido anfiteatro, tra i più antichi del mondo, in grado di [si narra potesse] ospitare fino a 16.000 spettatori!
La capitale Tripoli non è da meno, con la sua Piazza Verde, il quartiere italiano, la moschea e il Museo Nazionale, dove si possono ammirare i bellissimi mosaici delle antiche ville costiere.
È difficile non rimanere affascinati da Jebel Acacus dove la sabbia color oro si fonde con il colore nero dei vulcani estinti e dove le più belle gallerie d’arte open air offrono importanti esempi di arte rupestre.
La visione dei laghi di Umm al Maa, Gabroun e Mandara, orlati di palme e circondati da dune di sabbia, nel cuore del deserto lasciano sbalorditi coloro che li ammirano.
L’importante città di Germa, antica capitale del popolo dei Garamanti, spicca per il suo interessante museo e i resti archeologici di epoca romana, quando la città prendeva il nome di Garama.
Incantevole è infine la città di NALUT, la città granaio, snodo fondamentale delle comunicazioni e dei commerci tra l’oasi di Ghadames e il mare; Ghadames, infatti, per secoli è stata un importante centro commerciale e mercato di schiavi, una stazione carovaniera che collegava diverse aree dell’Africa con il Mediterraneo, e oggi è Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Venerdì 16 marzo 2012 alle ore 20,45 Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Ezio Berti
presenta :  LASSU’ OLTRE LE NUVOLE
“I TREKKING DEI MIEI 14 OTTOMILA”
HINDUKUSH – KARAKORUM – HIMALAYA

Autentico cuore selvaggio dell’Asia, tre mastodontiche catene montuose che separano gli altopiani della parte centrale del continente Indiano, Pakistano e Tibetano, il più alto ed imponente della Terra.
Da ovest a est, si articola via via nelle catene dell’Hindukush, del Karakorum e dell’Himalaya.
Qui si trovano tutte le quattordici montagne del Pianeta che superano gli ottomila metri, oltre a decine e centinaia di vette di sei e settemila metri e più.
Ho percorso centinaia e centinaia di Km. su selvaggi sentieri, deserti d’alta quota, attraversato ghiacciai,scalato cime innevate, avventure memorabili nelle montagne più alte della Terra.
Un lungo e straordinario viaggio nella storia, nella civiltà e nella fede di antiche religioni di questi popoli delle montagne:il Buddhismo, l’Induismo e l’Islam.
La mia passione per la montagna ha origini lontane, per l’esattezza risale a più di 60 anni fa.
Negli anni 1950 – 51 – 52, frequentai per tre estati la colonia di PRADIBOSCO(Carnia), sono stati i tre anni più belli della mia giovinezza, vissuti con la spensieratezza di un undicenne alla continua scoperta di un mondo che mi si affacciava per la prima volta e che non conoscevo ma che tuttavia mi affascinava.
Ho imparato così a conoscere la montagna prima ancora di frequentarla .
Fu per me un’esperienza meravigliosa.
Di fronte alla colonia s’innalzava una ripida e pallida parete di roccia, (gruppo della Creta Forata), dal prato potevo osservare bene gli alpinisti che arrampicavano, ogni tanto sentivo il battito di un martello, udivo le loro concitate grida, “sono in sosta, mola tutto, recupera, parti, dammi corda”, (il gergo degli alpinisti), questo continuo dialogare intervallato da lunghi silenzi mi incuriosiva molto.
Un giorno, con grande timidezza, chiesi alla sig.ra Maestra il significato di quelle parole e lei, gentilmente, mi spiegò passo dopo passo il vero significato di quelle frasi….. non convinta che io avessi ben capito, mi prese per mano e mi portò nel salone della colonia, prese penna e quaderno, disegnò una montagna, poi tracciò una riga dall’alto in basso, (la corda), alle sue estremità disegnò due ometti e mi disse: ecco vedi questa è una cordata: allora sorridendomi mi mise una mano sulla testa, mi accarezzò e con voce ferma mi disse: “Dai dai Ezio, vedrai che un giorno anche tu potrai salire lassù”.
“Parole mai dimenticate.”
Passarono gli anni ed io continuavo andare in montagna.
Oggi, come allora, posso solo dire che il mio futuro era già segnato, tracciato su quel disegno della mia sig.ra Maestra.
La svolta avvenne quando un giorno ho fatto amicizia con un gruppo di alpinisti del G.A.S.V. (Gruppo Alpino Scaligero Verona).
Con loro mi si sono aperti nuovi orizzonti, nuove esperienze, mi buttai con grande vigore prima con facili pareti di roccia poi sempre più difficili – d’inverno e d’estate -.
Dopo tanti anni di esperienze in tutto l’arco alpino il passo è stato breve: nel 1988 ho fatto il primo trekking in Asia, poi tanti altri, sud America, Nepal, India, Pakistan, Mongolia ecc.ecc.
Negli anni novanta presi casa a S.G. Lupatoto, poco dopo entrai far parte nel gruppo G.A.M., nello stesso anno abbiamo organizzato il primo e difficile trekking del Karakorum (Pakistan), percorrendo il lungo ghiacciaio del Baltoro sino al campo base del K.2 e salendo la cima del Gondkhoro 5700 m. portando in vetta il primo gagliardetto del gruppo G.A.M. e del Comune di S.G. Lupatoto.
L’Himalaya resterà uno dei luoghi più remoti e misteriosi che io abbia conosciuto;
“lassù oltre le nuvole”, anche per me non è sempre stato facile calarmi in una realtà purtroppo completamente diversa da quella che mi aspettavo: quando arrivi lassù ti accorgi che c’è solo roccia, neve, vento e tanto freddo.
Un mondo tutt’altro che ospitale, difficile, a volte persino crudele, avvolto in un’atmosfera carica di un’energia mistica unica al mondo.
Il 29 di febbraio sarà per me una serata speciale, quasi una resa dei conti del mio repertorio di foto e di ricordi collezionati in 24 anni di trekking e spedizioni.
Col passar degli anni le ambizioni diventano sempre più modeste, e verrà il giorno in cui tutto dovrà essere ridimensionato.
Allora sarà il momento di alzare la testa per guardare le silenziose cime, che per tanti anni mi hanno accompagnato nel lungo cammino dei miei sogni; lo vivo in modo interiore tanto da goderne senza rimpianti per il passato.
Vi attendo numerosi!!!

Mercoledì 29 febbraio 2012 alle ore 20,30
PRESSO LA EX CHIESA DEL POZZO
Via Damiano Chiesa – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Il GAM
presenta :  LE ESCURSIONI DEL 2012 E NON SOLO
BILANCIO ANNO 2011 – REWIND GITE ANNO 2011
PROGRAMMA GITE PER L’ ANNO 2012 E MOLTO ALTRO

Come ogni anno anche quest’anno, finite le ferie di Natale e Capodanno, è giunto il momento di ritornare a parlare di montagna, rivedere per un attimo alcuni momenti della passata stagione escursionistica, e prepararci ad affrontare le nuove avventure della nuova stagione che oramai è alle porte.
Quale miglior occasione quindi per rincontrare gli amici che nel gruppo condividono la stessa passione, assistere alla presentazione delle nuove escursioni, condividere una piacevole serata con coloro che rappresentano l’essenza stessa, la vera filosofia del gruppo.

Appuntamento per tutti quindi a:

VENERDI’ 10 FEBBRAIO 2012 ALLE ORE 20.45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Bruno Bettio
presenta :  SERATA SICUREZZA
Aggiornamento tecniche e sicurezza su sentieri attrezzati e vie ferrate.
Buon comportamento per una responsabile progressione.

La continua evoluzione delle tecniche di arrampicata su roccia e i risultati raggiunti nei convegni di studio dell’U.I.A.A. hanno portato, in questi ultimi anni, ad una profonda modificazione dei concetti sui quali s’imperniava, fino a poco tempo fa, la tecnica su roccia.
Le vie e sentieri attrezzati permettono mediante funi metalliche, chiodi e gradini di salire e superare anche le pareti più audaci, offrendo all’alpinista la sensazione dell’arrampicata in roccia.
I percorsi sono solitamente composti da difficoltà e varietà diverse tra loro e logicamente richiedono all’escursionista che li percorre differenti prestazioni.
La miglior progressione non consiste nella capacità alpinistica, ma piuttosto in un buon senso di “SICUREZZA”, assenza di vertigini e fermezza di piede nei tratti più esposti.
Speriamo sinceramente che il succo di questa serata offra all’escursionista/alpinista le nozioni fondamentali della sicurezza, saper valutare le proprie effettive capacità, il modo responsabile per la scelta di un giusto e opportuno percorso, dell’attrezzatura e compagni dalla conoscenza delle basi più elementari.

VENERDI’ 13 GENNAIO 2012 ALLE ORE 20.45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Silvietto Lovato
presenta :  TIERRA PATAGONICA

Un altro fantastico viaggio presentato dal nostro amico Silvietto attraverso la sterminata ” TIERRA PATAGONICA “.
Partendo dalla capitale argentina Buenos Aires, i nostri intrepidi esploratori attraversano in lungo e in largo Argentina e Cile, alla scoperta di luoghi, città, laghi e poi ancora la famosa ” Ruta National 40 ” e giù fino al famosissimo Cerro Torre e al Fiz Roy.
E’ un continuo susseguirsi di emozioni e d’immagini spettacolari quelle che potremo vedere: c’è il ghiacciaio Perito Moreno, ci sono i leoni marini e i pinguini di Punta Tombo, migliaia di pinguini che vivono in questi luoghi per lunghi periodi.
E poi ancora il viaggio continua in Cile alla scoperta di nuovi orizzonti, come l’isola di Chiloè e la sua capitale Castro, ai confini dell’emisfero australe.
Tappa finale di un viaggio esuberante la capitale Santiago del Cile, città vivace, che accoglie i nostri amici ora giunti al termine della loro invidiabile quanto appassionante avventura.

VENERDI’ 16 DICEMBRE 2011 ALLE ORE 20.45
Presso la Casa Novarini
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Marco e Rosanna Boccafoli
presentano :  PARCHI d’AMERICA

I protagonisti documenteranno il loro reportage fotografico di tre settimane attraverso le riserve del GRAN TITON e YELLOWSTON.
La serata sarà a cura del GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA.
Durante la serata saranno PREMIATE DA PARTE dell’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ALCUNE ATTIVITA’ SPORTIVE LUPATOTINE PIU’ MERITEVOLI.

Con il patrocinio della Lupatotina Gas.

Giovedì 24 novembre 2011 alle ore 20.45
presso la Sala Convegni della Pia Opera Ciccarelli.
Via C. Alberto 18, San Giovanni Lupatoto.

ingresso libero

Silvietto Lovato
presenta :  NELLE VALLI DEL KUMBU
DIARIO DI TREKKING INTORNO AL TETTO DEL MONDO

Laghi di Gokhio, Gokhio Ri-5490m, Cho La Pass-5330m, La piramide Italiana del C.N.R. Calapatar-5550m, Island Peak -6189m.
Namastè, Namastè è una coroncina di fiori che ci viene messa al collo in segno di benvenuto; questo è il saluto che ci rivolgono gli amici nepalesi quando arriviamo all’aeroporto di Katmandù.
Solo a nominarli, questi nomi ci introducono in un mondo che, per gli appassionati di montagna, è fatto di grandi spazi, vette innevate, ghiacciai e silenzi che spesso, per non dire sempre, sono sinonimo di grande fatica, di grande avventura, e perché no, anche di grande solitudine.
Abbiamo la possibilità di vedere quanto il nostro amico Silvietto ci propone e di rivivere l’avventura e le emozioni che senza ombra di dubbio gli sono state di compagnia nel trekking che ci racconta.

Giovedì 12 maggio 2011 alle ore 20,45
PRESSO LA CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Antonio Testi
presenta :  SERATA DEDICATA AI FUNGHI
DALLE SPECIE COMUNI ALLE PIU’ RARE

Molti sono gli amanti della micologia che si avventurano per prati e boschi di pianura, colline e montagne alla ricerca di funghi con l’intento scopo di riempire il cestino ma fatte molta attenzione onde evitare guai a volte anche mortali.
Per essere in grado di giudicare se un fungo è commestibile o meno, non c’è che un modo: conoscere bene e una per una almeno le principali e più frequenti specie di funghi commestibili e di funghi velenosi; e andando alla ricerca di funghi a scopo alimentare, non mettere nel cesto se non quelli dei quali si è sicuri e sicurissimi che appartengano alla prima categoria “COMMESTIBILI”.

Funghi in cucina, lasciando fuori dalla porta i funghi velenosi; ma prima di ampliare le nostre conoscenze a riguardo, dobbiamo renderci conto del loro valore dal punto di vista alimentare e nutrizionale.
I funghi si possono considerare alimenti in senso vero e proprio?
I principi alimentare sono plastici, cioè costitutivi dei tessuti organici; energetici, cioè necessari alle funzioni organiche; e plastico – energetici. Sono costitutivi i protidi, come la carne; sono energetici i glucidi, come il pane; sono costitutivi energetici i lipidi, come il burro, per essere elaborabili dall’apparato dirigente, vanno introdotti nell’organismo in compagnia di acqua e di cellulosa.
Questa non viene assimilata, ma serve a rendere la massa degli alimenti plastica, e quindi docile ai moti dell’intestino, che deve percorrere.
Ma per essere assimilabili dall’organismo gli alimenti hanno bisogno anche dei condimenti e delle vitamine.
I condimenti, come il sale, rendono sapidi i cibi, e perciò eccitano la secrezione dei succhi gastrici, necessari a elaborarli a dovere; e le vitamine sono come la fiammella di un fiammifero, che da sola non riscalda, ma che accende la legna messa sul focolare, e che senza quella fiammella non brucerebbe; per cui gli studiosi chiamano bellamente le vitamine catalizzatori dei processi biochimici.
Inoltre contengono sotto forme diverse, varie altre sostanze utili all’organismo, quali: fosforo, potassio, zinco, rame, ferro ed altre ancora.
Per finire in gloria, diremo che il Max Plank Institut di Monaco di Baviera, sta studiando il modo di utilizzare le tossine dell’Amanita phalloides per combattere il cancro.
Aggiungeremo che senza i funghi non avremmo la Penicillina ed altri numerosi antibiotici; ma neppure il Gorgonzola, il lievito, il vino, la birra; perche sono proprio dai funghi, sia pure microscopici, ma pur sempre funghi – micromiceti – che trasformano il mosto d’uva in vino, il malto d’orzo in birra; e via dicendo.
Come potete vedere le materie da trattare sarebbero molteplici; quindi nella serata della proiezione sarà solo dedicata al riconoscimento e nell’approfondimento delle specie commestibili non commestibili e velenose, tralasciando la parte scientifica.

Giovedì 21 aprile 2011 alle ore 20,45
PRESSO LA CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Ezio Berti
presenta :  PERU’ GRUPPO HUAYHUASH
“IL TREKKING DEL CONDOR”

CORDILLERA HUAYUASH: sono passati 20 anni quando la vidi per la prima volta, poi una seconda volta nel 1998, stessa curiosità, stessa voglia di esplorare questo angolo sperduto di montagne dall’aspetto selvaggio, incontaminato, lontano dai più affollati trekking della vicina “CORDILLERA BLANCA”.
Nel 2009 proposi il programma del trekking al nostro GRUPPO G.A.M. e nell’estate dello stesso anno partimmo, in 5 amici, Ezio, Carla, Daniele, Silvia e Marisa, alla volta del Perù.
“FINALMENTE” I primi giorni li dedichiamo all’acclimatamento necessari per non incorrere nel mal di montagna, visitando fotografando alcuni siti archeologici e naturalistici della Cordillera Blanca e dintorni, facendo base nella cittadina di Huaraz (3100 m.) al cospetto della montagna più alta del Perù (Huascaràn 6768 m.), anche, la più alta al mondo tra quelle situate ai tropici. Il vasto altopiano della puna di Conococha (4000 m.) divide la Cordillera Blanca a nord dalla Cordillera Huayuash a sud, più piccola, più remota, ma non per questo meno bella .
Vista dal passo di Conococha, le sue bianche cime si stagliano all’orizzonte nel colore dorato della puna con il colore blu cobalto del cielo, isolata, maestosa, attraente, suscitando curiosità per chi la vista per la prima volta………

Su questa catena abbiamo percorso, in 10 giorni, uno dei più spettacolari e suggestivi circuiti montani del mondo il “TREKKING DEL CONDOR” lungo circa 160 km.

Un trekking fisicamente faticoso, selvaggio, dove non ce nulla di nulla, camminando giorno dopo giorno con il supporto di 7 muli, 2 cavalli e 4 persone del luogo per il trasporto di viveri e materiale vario, salendo ripidi sentieri e valicando passi a quote di 4/5000 m., mangiato e dormito in tenda immersi in una natura di grande fascino, circondati da imponenti picchi che sfiorano i 7000 m. caratterizzati da pareti ricoperte da scintillanti ghiacciai che, col passar del tempo, s’infrangono giù nelle valle sottostanti o in coloratissimi laghi di straordinaria bellezza. Montagne “calde” dalle tonalità cromatiche di forte impatto visivo che sfumano in un tripudio di colori in forte contrasto con il bianco dei ghiacciai e il blu del cielo.
Nella serata che proietteremo le nostre foto vi condurremo passo passo in questo straordinario trekking sperando di trasmettervi, attraverso le nostre immagini, quelle sensazioni emotive che abbiamo provato noi nell’osservare le bellezze naturali e culturali di antiche civiltà Indios, tutt’oggi, nascosti nelle pieghe delle loro montagne a testimonianza di un glorioso passato di questo meraviglioso paese il Perù: “terra degli Incas”.

Martedì 15 marzo 2011 alle ore 20,45
PRESSO LA CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Elsa Emanuela Cugola
presenta :  GROENLANDIA
“Il continente gelato: La terra degli Inuit”

Questa rassegna fotografica è stata organizzata per raccontare una avventura di 27 giorni nel sud della Groenlandia, un continente occupato da ghiaccio perenne, per la quasi totalità della superficie.
Oggi la Groenlandia è popolata, là dove umanamente possibile, dagli Inuit, la popolazione un tempo nomade.
Gli argomenti trattati: La rotta del viaggio. Gli iceberg, il fronte glaciale e l’Inlandis.
Le montagne. I fiordi meridionali. Flora e fauna autoctona. La popolazione locale: usi e abitudini.
Cambiamento climatico. Il futuro del continente gelato.
Durante questo viaggio si sono alternate giornate di lunghe camminate, spostamenti in gommone tra i fiordi, timide esplorazioni dell’Inlandis.
Frequenti spostamenti hanno permesso di vedere paesaggi via via diversi, la tundra, le spiagge con gli iceberg arenati, le pareti di roccia, le lingue di ghiaccio perenne dell’Inlandis tormentate da seracchi e fenditure.
Tra le insenature dei fiordi del Sud, si è raggiunta la base dello spettacolare picco di Tasiusac, un complesso granitico impressionante di cui a oggi sono state aperte soltanto un paio d i vie.
La verticalità delle pareti, che si staglia sul mare, spiega come la Groenlandia sia chiamata la Patagonia dell’Artico.
La notte, trascorsa sempre all’aperto in tenda ci ha spesso omaggiato delle danze delle aurore boreali, dalle molte forme e sfumature.
Di giorno invece i percorsi erano animati da rapidi avvistamenti di caribù, balene e foche.
La visita alle tre principali città della Groenlandia meridionale, quali Narsaq, Nanortalik e Qaqortok, ha permesso il contatto con la popolazione locale e l’approfondimento della cultura Inuit, profondamente segnata dall’industrializzazione moderna.
Si è infine potuto constatare l’impatto del cambiamento climatico, con la possibilità di coltivazione di nuove specie orticole, per uso alimentare, lungo la costa.

Giovedì 24 febbraio 2011 alle ore 20,45
PRESSO LA CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ 2011
E FILMATO CON LE FOTO DELLE ESCURSIONI 2010

Serata con un filmato di foto relative a tutte le escursioni effettuate nel 2010.
Avremo così modo di rivivere le emozioni che abbiamo provato nelle varie gite.
Seguirà una breve descrizione delle nuove attività proposte per l’anno corrente.

NB. Per tutti i soci la serata inizierà alle ore 20,00 in prima convocazione, e alle ore 20,30 in seconda convocazione per la presentazione e l’approvazione del bilancio 2010.

Al termine della serata ci sarà un breve rinfresco per tutti e la possibilità di rinnovare il tesseramento dei vecchi soci ed iscrivere gli eventuali nuovi.

Giovedì 10 febbraio 2011 alle ore 20,30 presso la CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Salvatore Guglielmino
presenta :  Minerali delle nostre montagne
“Cosa sono i minerali e come trovarli nel veronese”

Si parlerà di minerali in generale e ci si soffermerà, in particolare, su quelli che si possono rinvenire nel Veronese. Ma come si sono formati? Come trovarli e dove?
Ogni volta che una roccia si trova a condizioni di temperatura e pressioni diverse da quelle originali, i suoi minerali subiscono una trasformazione.
Nelle nuove condizioni atmosferiche i minerali si alterano chimicamente e le rocce si disgregano in frammenti di varie dimensioni.
Essi possono essere trasportati anche a grande distanza dal luogo di formazione, quindi depositati e trasformati in rocce sedimentarie.
Dove trovarli ce lo spiegherà con una videoproiezione l’esperto mineralogico Salvatore Guglielmino in questa serata.

Martedì 18 gennaio 2011 alle ore 20,45
PRESSO LA CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

Andrea Zambaldi
presenta :  SHISHA PANGMA 8013 Mt.

Andrea Zambaldi, presidente dell’associazione On The Rocks, all’interno della serata del Comune di San Giovanni Lupatoto, con il patrocinio della Lupatotina Gas, per premiare le associazioni sportive più meritevoli, proietterà due presentazioni.
Una alpinistica inerente l’ascensione dell’ottomila Tibetano Shisha Pangma 8013 mt scalato in stile alpino e senza ossigeno con Andrea Montolli in due diverse giornate nell’ottobre del 2008, ed una speleologica alla ricerca di un complesso ipogeo carsico sulla centrale isola di Samar nelle Filippine cui ha preso parte l’ associazione On The Rocks si è conclusa, dopo tre anni di coinvolgimento, nell’aprile 2009.

Giovedì 16 dicembre 2010 alle ore 20,30
presso la Sala Convegni della Pia Opera Ciccarelli
di San Giovanni Lupatoto – Via Carlo Alberto n. 34

ingresso libero

Claudio Gaiga DAL CAREGA ALL’ACONCAGUA
“racconti e filmati dell’esperienza di un giovane alpinista”

Claudio Gaiga, giovane alpinista di Selva di Progno, ci racconterà di alcune sue esperienze in montagna. Si partirà con la presentazione dell’associazione umanitaria “Amici del Monte Rosa” fondata dall’amico Silvio Mondinelli. Seguirà un breve filmato girato in Lessinia su come Gaiga si allena per le sue spedizioni: arrampicata, corsa in montagna, snowboard alpinistico, sci di fondo e altro. Seguiranno video e foto di salite di alcune montagne europee fra cui: il Monte Rosa, l’attraversata del Monte Bianco, il Braithorn, il Wildspitze in Austria. Per ultimo vedremo le immagini della spedizione sull’Aconcagua. L’aconcagua è la cima più alta del sud America (6962 mslm), situata sulla cordigliera delle Ande al confine tra Argentina e Cile. Esperienza interessante sia dal punto di vista alpinistico che umano.

Durante la serata sarà presente con del materiale espositivo la ditta GRONEL (nostro sostenitore) che ha fatto da sponsor tecnico anche alla spedizione di Claudio Gaiga. Ci sarà inoltre l’esposizione di materiale ” S+TABILITY “.

GIOVEDI’ 18 NOVEMBRE ALLE ORE 20.30
PRESSO LA CASA NOVARINI
Via Monte Ortigara, 7 – San Giovanni Lupatoto

ingresso libero

ROSAANNA RACIOPPI
presenta :  AFRICA – IL SOGNO DI OGNI UNO DI NOI

Ogni giorno un leone si sveglia e sa che dovrà correre più di una gazzella.
Ogni giorno una gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più di un leone.
Non importa che tu sia leone o gazzella: comincia a correre.

In Africa ogni cosa cambia forma, dilatandosi: dagli animali al deserto, fino al mare, dalla mentalità delle persone con i loro usi e costumi cosi differenti dai nostri. Chi viaggia in Africa vede comporsi davanti ai suoi occhi uno straordinario mosaico di profumi e colori, tra cui prevale un costante senso di estraneità. Meraviglia e stupore lasciano senza fiato e si ammira ciò che fino a poco tempo prima non immaginavamo esistesse: una terra dove gli animali e le persone ci conquistano con il sorriso negli occhi; Il tempo, che è una delle più grandi risorse dell’Africa e tutto può depositarsi con calma nel cuore (non a caso la nostra guida ogni mattina ci accoglieva: “voi europei avete l’orologio, noi africani abbiamo il tempo..!!”) Il deserto, con le sue albe ed i suoi tramonti, ci ha lasciato dentro un ricordo indelebile. Stupende e mastodontiche le cascate Vittoria, una meraviglia della natura, sia dalla parte dello Zimbabwe che dalla parte dello Zambia. In un’ Africa dove l’acqua è praticamente un sogno, il solo rumore delle cascate riempiva di gioia. Questa parte d’Africa ci lascia molta nostalgia e la promessa di ritornare per vivere ancora grandi emozioni.

Giovedì 13 maggio 2010 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

Il GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA presenta
ETICA e SPIRITUALITA’ della MONTAGNA

La montagna, maestra di vita, concede a chi la sappia ascoltare di praticare esperienze mistiche in grado di risvegliare emozioni ancestrali.

I relatori, che parleranno di PRATICA ALPI-MISTICA, sono:
– il prof. Gianfranco Caoduro – Presidente di World Biodiversity Association, docente di Scienze Naturali
– il prof. Giuseppe Galifi – docente di Filosofia e Storia.

Durante la serata saranno proiettate delle foto tratte dalla mostra “L’occhio del geografo sulla montagna” di Eugenio Turri, e lette alcune frasi tratte dai suoi libri: entreremo nell’ ETICA DEL PAESAGGIO di Turri, fatta di rispetto della Natura, dei suoi equilibri e della sua bellezza.

Mercoledì 21 Aprile 2010 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

EZIO BERTI e MARCO VENTURINI in
SPEDIZIONE VERONA 2009 GRANDE SERATA DEDICATA ALL’ALPINISMO HIMALAYANO

E’ con grande soddisfazione che il nostro “GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA” presenterà questa proiezione fotografica dei nostri soci, “EZIO BERTI e MARCO VENTURINI”, della loro ultima ed entusiasmante esperienza, coronata con successo, alla conquista delle due cime HIMALAYANE; MERA PEAK, 6476 m. e L’AMPHU LAPSA, 5.880 m. (NEPAL).
Per conquistare queste cime, i nostri alpinisti si sono sobbarcati un lungo cammino di avvicinamento al campo base (10 giorni) difficili ma necessari per le varie fasi di acclimatamento all’alta quota, valicando alti passi per poi scendere nelle valli sottostanti attraversando foreste di rododendri e conifere per poi risalire nuovamente in quota percorrendo stretti e disagiati sentieri, attraversando piccoli villaggi abitati dal popolo, (delle montagne), SHERPA.

Giovedì 18 marzo 2010 alle ore 20,45
presso la ex Chiesa di Pozzo di San Giovanni Lupatoto – Via Damiano Chiesa

ingresso libero

SILVIETTO LOVATO in:
TREKKING NEI PAESINI BERBERI DA NORD A SUD DELL’ALTO ATLANTE DEL MAROCCO

Un filmato nel quale si racconta del trekking iniziato dopo una visita a Marrakech città imperiale del Marocco e le cascate D’ Ouzoud, le più famose del Marocco, dove il loro salto d’acqua è di circa 100 metri, da Argouti primo villaggio della Valle di Ait Bouguamez.
Dopo aver attraversato il paesino dei pastori berberi D’ Azib Ikkis, salito sentieri che sembrano adatti solo per le capre di montagna fino al passo Tarkaddit l’escursione culmina con la salita al monte M’goum 4068 metri per poi ridiscendere fino alle sorgenti del fiume Asif M’goum e terminare nel paesino di Isummar consapevole di aver camminato solo su una piccola parte dell’alto atlante, ma dentro di noi sarà difficile dimenticare le sensazioni provate in questo viaggio.

Giovedì 25 febbraio 2010 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ 2010
E FILMATO CON LE FOTO DELLE ESCURSIONI 2009

Serata con un filmato di foto relative a tutte le escursioni effettuate nel 2009.
Avremo così modo di rivivere le emozioni che abbiamo provato nelle varie gite.
Seguirà una breve descrizione delle nuove attività proposte per l’anno corrente.

NB. Per tutti i soci la serata inizierà alle ore 20,00 in prima convocazione, e alle ore 20,30 in seconda convocazione per la presentazione e l’approvazione del bilancio 2009.

Al termine della serata ci sarà un breve rinfresco per tutti e la possibilità di rinnovare il tesseramento dei vecchi soci ed iscrivere gli eventuali nuovi.

Giovedì 11 febbraio 2010 alle ore 20,30 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

MARCO VIGNOLA in VIVI LA MONTAGNA IN SICUREZZA

Marco Vignola alpinista, direttore responsabile del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino di Verona.
Il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) è una sottosezione particolare del Club Alpino Italiano con precisi compiti istituzionali:
– Contribuire alla vigilanza ed alla prevenzione degli infortuni nell’esercizio delle attività connesse all’ambiente montano ed alle attività speleologiche, anche attraverso materiale audiovisivo e serate a tema come questa che ci proporrà.
– Soccorrere in tale ambito gli infortunati.
– Concorrere al soccorso in caso di calamità.
Il C.N.S.A.S. è formato interamente da volontari, tutti alpinisti di provata esperienza, che vengono continuamente testati operativamente attraverso aggiornamenti ed addestramenti.
Tale serata è l’ideale preparazione per le nuove escursioni che faremo durante il nuovo anno.

Giovedì 21 gennaio 2010 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

MAURIZIO GIORDANI in MONTAGNE DEL MONDO

Serata in videoconferenza con proiezione dei filmati:
Sentieri Verticali: Arrampicate in Marmolada… e non “solo”
Appunti di Viaggio: Esplorazione a 360 gradi nel mondo dell’avventura in alta quota, fin oltre gli 8000 metri.

Un lungo viaggio nel fantastico mondo delle montagne più belle e selvagge del nostro pianeta, raccontate in prima persona dal protagonista e visitate attraverso l’occhio digitale di una piccola videocamera.
Le immagini accompagnano sulla parete più spettacolare delle Dolomiti, la sud della Marmolada, per raccontare alcune delle più difficili arrampicate mai realizzate sulle Alpi, per poi allontanarsi verso la Patagonia, il Karakorum o l’Himalaya e raccontare la salita di montagne come il Monte Kenia, l’Aconcagua, il Mustagh Ata, lo Spantik, il Broad Peak e molte altre, alla ricerca di emozionanti incontri con popoli, culture e religioni misteriose ed affascinanti e con monti e pareti inesplorate dall’aspetto fiabesco ed accattivante.
Prevale la ricerca di un alpinismo moderno, diverso, che rifiuta montagne famose ed affollate ed organizzazioni ciclopiche supportate da quintali di materiale per prediligere un’attività più a misura d’uomo dove risaltano scelte di rinuncia del “tutto a tutti i costi”.
Niente megaspedizioni per imprese eclatanti quindi ma un piccolo gruppo di veri amici accomunati da un grande amore per l’avventura in montagna ed accompagnati nei loro viaggi da una piccola video camera.

Giovedì 17 dicembre 2009 alle ore 20,30
presso la Sala Convegni della Pia Opera Ciccarelli
di San Giovanni Lupatoto – Via Carlo Alberto n. 34
ingresso libero

ANTONIO TESTI in FIORI DEL BALDO

Antonio Testi è presidente del Gruppo Micologico “Caro Massalongo” di Verona.
Appassionato naturalista si dedica allo studio dei funghi e della flora italiana.
Nel 1981 entra a far parte del Comitato Scientifico Nazionale dell’Associazione Micologica Bresadola.
Con la Casa Editrice Demetra pubblica:
1990 “Fiori in Montagna” e “Funghi, conoscerli e cucinarli”;
1995 “Il Libro dei Funghi d’Italia”;
1998 “Nuovo Atlante degli Alberi d’Italia”.
Nel 2004, insieme agli esperti del Gruppo, collabora alla stesura del libro “Fiori e Funghi della Montagna Veronese”.
Il libro “I FIORI DEL MONTE BALDO” che sarà presentato in questa serata, è frutto di una vita di escursioni e fotografie della flora del Monte Baldo.

Giovedì 26 Novembre 2009 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

ANTONIA STRINGHER   presenta  ORIGINI e STORIA dei CIMBRI di GIAZZA

Antonia Stringher, appassionata di montagna, paleontologia e storia, socia della associazione culturale “Tzimbar ‘un Ljetzan“, autrice del libro “Storia delle storie di Buskangruabe“, ci accompagnerà in questo viaggio all’origine dei Cimbri di Giazza, ultima enclave del “Taucias Gareida” l’antica parlata germanica.
E’ del XIII secolo la calata di comunità tedesche sui territori della Lessinia. Insieme percorreremo 700 anni di storia attraverso il territorio, i mestieri, la lingua, la religione, i costumi e le tradizioni

Giovedì 14 maggio 2009 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

EZIO BERTI   presenta  CANADA E ALASKA – I SANTUARI DELLA NATURA

Un trekking nelle regioni dello Yukon e dell’Alaska all’insegna di una natura stupendamente bella e selvaggia terra dai grandi spazi aperti solcati da turbolenti fiumi, estese foreste di conifere, boschi di faggi, paludi, montagne che superano i 6.000 metri coperte da candide distese di ghiacciai che con l’andar del tempo fluiscono a valle formando dei veri fiumi di ghiaccio per poi spezzarsi, al contato con il mare, in enormi iceberg.

Mercoledì 15 aprile 2009 alle ore 20,45 presso la Casa Albergo
di San Giovanni Lupatoto – Via Benvenuto Cellini n.16

ingresso libero

EUGENIO RICCI   presenta  IL MIO MONTE BIANCO

Eugenio Ricci, socio del CAI di Bolzano e in passato membro del consiglio direttivo, grande appassionato della montagna in tutte le sue discipline, ci presenterà in questa serata, una serie di foto in dissolvenza della sua scalata al Monte Bianco compiuta nel 1974 . Il ricordo di quest’ascensione è incancellabile per il nostro amico Eugenio, ragazzo di ottantatré primavere, che nonostante gli anni trascorsi, ci farà rivivere tutta l’emozione provata che trasparirà dalla sua voce nel raccontare questa scalata.

Mercoledì 1 aprile 2009 alle ore 20,45 presso il Centro Culturale
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

FRANCO BOTTAZZI dell’associazione F. Zenobi   presenta  TRINCEE NASCOSTE

Franco Bottazzi, socio dell’Associazione culturale “F. Zenobi”, appassionato della grande guerra, con particolare riguardo ai collegamenti con diari e memorie di soldati italiani nella fronte della prima guerra mondiale ed alla realizzazione di percorsi dedicati. Ci illustrerà della Carnia, di sentieri, doline, caverne e gallerie, conosceremo i luoghi che nel maggio 1917 furono il fulcro nevralgico per tutti gli spostamenti di soldati e materiali verso le trincee di prima linea che distavano da questo luogo pochi chilometri. Questa serata è collegata all’escursione che faremo domenica 22 marzo di cui l’amico Franco ci guiderà e farà toccare con mano di una realtà da non dimenticare.

Giovedì 19 marzo 2009 alle ore 20,45 presso il CENTRO CULTURALE
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

ingresso libero

Il G.A.M. presenta  PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ 2009
CARRELLATA DI FOTO DELLE ESCURSIONI DEL 2008

Serata con un filmato di foto relative a tutte le escursioni effettuate nel 2008.
Avremo così modo di rivivere le emozioni che abbiamo provato nelle varie gite.
Seguirà una breve descrizione delle nuove attività proposte per l’anno corrente.

NB. Per tutti i soci la serata inizierà alle ore 20,00 in prima convocazione, e alle ore 20,30 in seconda convocazione per la presentazione e l’approvazione del bilancio 2008.

Al termine della serata ci sarà un breve rinfresco per tutti e la possibilità di rinnovare il tesseramento dei vecchi soci ed iscrivere gli eventuali nuovi.

Giovedì 12 febbraio 2009 alle ore 20,45 presso il CENTRO CULTURALE
di San Giovanni Lupatoto – Piazza Umberto I° n. 10

Ingresso libero

EZIO BERTI con alcuni amici sardi presenta  SARDEGNA NASCOSTA

Serata di diapositive

error: Il contenuto del sito è protetto !
Share This